Kyrgios fa i conti col passato: la confessione inaspettata spiazza i tifosi

Kyrgios, lo sfogo e la stoccata viaggiano su due binari paralleli: il tennista senza peli sulla lingua colpisce ancora.

Per alcuni è un pregio, per altri un difetto. Ma a lui poco importa di cosa la gente pensi del suo modo di essere. Nick Kyrgios è semplicemente così, della serie prendere o lasciare. Di peli sulla lingua neanche l’ombra. Sui suoi sfoghi, invece, potremmo scriverci un libro. O meglio, un’enciclopedia.

Kyrgios fa i conti col passato: la confessione inaspettata spiazza i tifosi
©LaPresse

L’ultimo è arrivato in Arabia Saudita, dove si è recato per partecipare alla Diriyah Tennis Cup. Il torneo non è andato come si aspettava, ma l’assegno a sei zero che gli organizzatori hanno promesso ai campioni che vi hanno preso parte non glielo leva nessuno. Ed è per quello, d’altra parte, che è volato nel grande Paese del Medio Oriente.

Assegno che non era previsto, invece, per i giocatori in gara alla Davis Cup, motivo per il quale ha deciso di rifiutare l’invito della squadra australiana di giocare alle finali di Malaga. “Preferisco guadagnare – ha rivelato il tennista aussie – piuttosto che giocare una settimana in qualcosa in cui non sarei pagato così bene”.

Kyrgios, che botta all’Australia

Kyrgios fa i conti col passato: la confessione inaspettata spiazza i tifosi
Instagram

La sua scelta non sarebbe stata dettata, però, solo ed esclusivamente da questioni economiche. Kyrgios non fa mistero del fatto che guadagnare tanto e bene gli faccia comodo, perché così può spassarsela in giro per il mondo con Costeen, la sua fidanzata, ma c’è altro dietro quella decisione che è stata così a lungo contestata.

“Forse – ha aggiunto, quando gli è stato chiesto come mai abbia dato forfait in Coppa Davis – se l’Australia mi avesse considerato un po’ di più, ci avrei giocato e avrei portato a casa il trofeo. Non è sempre facile per me dimenticare tutto ciò che in Australia viene detto negativamente su di me o sulla mia famiglia”. “Sento – ha incalzato, dimostrando di non aver dimenticato il passato – che questo è il primo anno in cui mi sono guadagnato il rispetto, quando avrebbero dovuto mostrarmelo già dal primo anno. Li ho rappresentati, li ho messi sulla mappa del tennis avendo prodotto una delle annate maschili di maggior successo nell’ultimo decennio per l’Australia, e mi sto solo godendo il momento”.

Una stoccata in perfetto stile Kyrgios, accompagnata da una confessione altrettanto spudorata. “A questo punto della mia carriera – ha detto Nick – farò sempre ciò che è meglio per me. In questo periodo dell’anno posso viaggiare in tutto il mondo esibendomi in tornei a sei cifre, quindi è facile per me. Mi prenderò del tempo per stare con la mia famiglia e la mia ragazza, e mi godrò esperienze in giro per il mondo”.