Gratta e vinci, cambia tutto: tagliandi a 10 centesimi e 25 euro

Gratta e vinci, cambia tutto: tagliandi per tentare la fortuna da 10 centesimi a 25 euro. Ecco la nuova determina che spiega tutto.

Dimenticate tutto. Dimenticate i biglietti da 1 euro, quelli che costano di meno in questo preciso istante. Adesso, stando a una determina dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, si potrà giocare anche da dieci centesimi. Sì, tutto vero. Anche se ovviamente solamente online si potranno acquistare questo tipo di tagliandi. Una nuova decisione che arriva 13 anni dopo l’ultimo ritocco. Era infatti il 30 giugno del 2009 quando erano stati rivisti i prezzi dei Gratta e vinci. Appare giusto quindi riuscire a stare a passo con i tempi.

Gratta e vinci, cambia tutto: tagliandi a 10 centesimi e 25 euro
Vecchi Gratta e vinci in lire, adesso si potrà giocare con spese simili ©️Ansafoto

Inoltre, si legge in questa determina, è stato proposto da Lotterie Nazionali il lancio sul mercato di due nuove lotterie “istantanee utili a garantire uno spettro di offerta sempre più adeguato all’evoluzione del contesto territoriale per le quali sono state previste”. In poche parole, per tutto questo, sono state decise due nuove fasce di prezzo per i biglietti. Da 10 centesimi come detto e anche da 25euro.

Gratta e vinci, ecco i nuovi prezzi dei biglietti

Gratta e vinci, cambia tutto: tagliandi a 10 centesimi e 25 euro
©️Ansafoto

Ovviamente i Gratta e vinci da 10 centesimi si potranno acquistare solamente online. Ma questa è un’indicazione nel prezzo, visto che potrebbe anche immessi sul mercato dei tagliandi da 50centesimi ad esempio. Sale anche il limite del prezzo: fino al momento siamo sempre stati abituati a vedere in giro dei biglietti che hanno un valore massimo di 20euro. Si potranno acquistare invece da 5euro in più – per una possibile vincita massima che sarà sensibilmente più alta – e che potrebbe soprattutto, mentre si avvicina il periodo di Natale, stimolare molte più persone a cercare la fortuna.

Al momento, comunque, non si conoscono i tempi dell’inserimento sul mercato di questi nuovi tagliandi. Ma la sensazione è che l’attesa sarà davvero breve.