Sinner innamorato pazzo: non riesce a separarsene

Sinner non si nasconde più e sbandiera ai quattro venti il suo amore incondizionato: non riesce proprio a starne lontano.

C’era una volta, non troppo tempo fa, un ragazzino dalla chioma rossa e indisciplinata che amava bardarsi di tutto punto e affrontare le più impervie discese innevate. Quello stesso ragazzino che, ad un certo punto, fu costretto a scegliere: continuare con gli sci, o iniziare una nuova avventura sportiva?

Sinner
©️LaPresse

Sappiamo tutti che la scelta è ricaduta sulla seconda opzione. E così, in quel momento, Jannik Sinner lo sciatore ha lasciato il passo ad un tennista ancora giovane e acerbo ma dal talento incommensurabile. Un atleta che entra ed esce dalla top ten e che ha già raggiunto, a dispetto della sua giovane età, vette inscalabili per molti. In tutti i sensi.

Un altoatesino doc, il barone rosso, che non manca mai di esprimere l’amore incommensurabile che nutre nei confronti della sua terra natia. Non a caso, vi fa ritorno ogni volta che può, ogni volta che tra un torneo e l’altro c’è uno stacco temporale anche minimo. Come se quasi non potesse fare a meno di riempirsi gli occhi e il cuore di quella bellezza mozzafiato.

Sinner, alla bellezza non ci si abitua mai

Sinner
Instagram

Quanto ami le sue montagne lo dimostra ampiamente, d’altra parte, il post che qualche ora fa ha affidato ai social network. Presto per lui sarà tempo di tornare in campo – finalmente, aggiungeremmo, dato che la pausa dopo il problema alla caviglia insorto a Sofia lo ha tenuto fermo ai box più del dovuto – ma prima ha voluto regalarsi un momento molto speciale.

Sinner si è allenato nella magica località di Plan de Corones, in provincia di Bolzano. Lo ha fatto godendosi contestualmente una vista che definirla meravigliosa non le renderebbe giustizia e regalando ai suoi fan delle foto assolutamente incredibili.

“Trovatemi una vista migliore per colpire qualche palla…” ha scritto il giovane Jannik nella didascalia, lasciando trasparire un amore folle per la neve e, più nello specifico, per i paesaggi alpini in cui è nato e cresciuto. Ma alla cui bellezza, nonostante tutto, nessuno si abitua mai, neanche lui che su quelle vette avrà posato lo sguardo milioni e milioni di volte.