Emma Raducanu e Belinda Bencic, il triangolo che fa scalpore nel tennis

Emma Raducanu, la notizia ha davvero dell’incredibile: non è la prima volta che succede. Ecco cosa è successo con Belinda Bencic.

Quando aveva deciso di ingaggiare un allenatore russo era successo il finimondo. Emma Raducanu si era affidata alle mani sapienti di Dmitrij Tursunov in un momento, in effetti, molto delicato. Era luglio e ancora riecheggiava, sui social e tra gli spalti, la decisione degli organizzatori di Wimbledon – e di altri tornei minori – di escludere dallo Slam britannico i tennisti russi e bielorussi.

Emma Raducanu
©️LaPresse

La stella dello Us Open 2021 si lasciò scivolare addosso, però, le polemiche che la notizia aveva innescato. Ma è stata, per così dire, fatica sprecata, visto e considerato che la loro collaborazione si è già conclusa e che la Raducanu ha deciso di cambiare coach. Sì, ancora una volta.

La mangia-allenatori del circuito Wta ha licenziato Tursunov e assunto, al suo posto, Jez Green, che vanta trascorsi di tutto rispetto al fianco di giocatori del calibro di Andy Murray e Alexander Zverev. La affiancherà a partire dalla pre-season, nel tentativo di riportare la bella Emma, scivolata al 70esimo posto una volta scartati i punti della vittoria a New York, ai piani alti della classifica.

Emma Raducanu, Belinda Bencic ne “approfitta”

Emma Raducanu
©️LaPresse

Radio spogliatoio riferisce che l’ex tennista russo si sarebbe sentito sollevato, quando la Raducanu ha deciso di dargli il benservito. Segno che la nativa di Toronto non è docile e mansueta come sembra. Anche perché, se così fosse, non avrebbe cambiato la bellezza di sei allenatori, no?

Fatto sta che Tursunov si è consolato subito. Non appena è tornato disponibile sulla piazza, Belinda Bencic ha fatto in modo di portarlo nel suo team. Sognava di essere allenata da lui da tanto tempo, ha rivelato la tennista, che già qualche ora fa è stata avvistata in campo in compagnia del russo.

E chissà che quello che è stato uno “scarto” della Raducanu non possa portare la svizzera, che è stata finora impegnata a Guadalajara ma che è stata battuta ad un passo dagli ottavi del Masters 1000, ancor più in alto.