Rissa nel calcio femminile, perde la testa in campo – VIDEO

Nel massimo campionato di calcio femminine inglese succede l’irreparabile. Una maxi rissa offre un indecoroso spettacolo tra calciatrici del West Ham e dell’Aston Villa. Increduli dalla panchina, anche se…

Volani insulti, spinte e schiaffi tra calciatrici del West Ham e dell’Aston Villa. L’incredibile episodio si è consumato durante un incontro del campionato di calcio femminile inglese.

Rissa in campo tra calciatrici del West Ham e dell'Aston Villa
Rissa in campo tra calciatrici del West Ham e dell’Aston Villa – Facebook

Panchina e spettatori sgomenti dal vile spettacolo offerto sul finale del match valido per la Women’s Super League, con strascichi anche fuori dal terreno di gioco e che hanno coinvolto l’allenatore della squadra ospitante.

Rissa in campo: la dinamica dell’accaduto

Sul finale della partita, mentre il team ospite difendeva il risultato di vantaggio per 1-2, sono improvvisamente saltati i nervi. Lo spunto è stato qualche duro contrasto di troppo. Ecco dunque che la rissa scoppia su una trattenuta volta a impedire una ripartenza. Così Sarah Mayling dell’Aston Villa reagisce spintonando l’autrice del fallo Hawa Cissoko. Uno scontro il loro che si intensifica fino a quando Mayling viene colpita con una manata assestata tra il collo e la faccia. Gesto che costa l’espulsione alla Cissoko e la minacciosa reazione delle giocatrici avversarie, che infatti la circondano.

Il parapiglia di sposta anche a bordocampo, dove i rispettivi staff hanno faticato non poco per dividere le contendenti e ripristinare un po’ di ordine. A farne le spese è stato anche il ct ospite Konchesky, che, particolarmente accalorato, è stato espulso per via del comportamento aggressivo tenuto.

L’allenatrice dell’Aston Villa: “Non ho mai visto niente del genere”

Ripreso il match l’Aston Villa riesce a difendere il risultato e a vincere. Riguardo invece a quello che è accaduto, l’allenatrice ospite ha modo di dichiarare il suo biasimo per quanto successo. “Non ho mai visto niente del genere. La mischia in panchina non è assolutamente ok, da quello che ho visto. La cosa frustrante è che le nostre ragazze sono state eccezionali. Meritavano di più”, ha detto la coach.

Di parere opposto il collega rivale: “Sono stato duro? Stavo difendendo la mia calciatrice, al quale hanno detto delle cose. Qualunque siano le conseguenze, sono pronto. Sono cose brute da vedere ma difenderò sempre le mie ragazze”, ha sostenuto il risoluto Konchesky.