Paola Egonu e l’addio alla nazionale: il VIDEO fa il giro dei social

Paola Egonu, lacrime e sfogo a bordo campo: perché il video girato da un tifoso ha lasciato il pubblico e il popolo dei social senza parole.

“Quando smetterò di giocare mi piacerebbe lavorare in qualche organizzazione che combatte le discriminazioni… Per quale battaglia mi impegnerò? Sono nera, immigrata, donna e sessualmente fluida. Ho l’imbarazzo della scelta…”. Queste parole sono tratte da un’intervista che Paola Egonu, asso della pallavolo, ha rilasciato non troppo tempo fa al settimanale Oggi.

Paola Egonu
©LaPresse

Lei, che per sua stessa ammissione le discriminazioni le ha spesso subite e mal tollerate, è sempre stata molto attiva in materia di contrasto al razzismo e di lotta al pregiudizio. Eppure, ieri non ci ha visto più. Deve averne sopportate talmente tante, negli anni, che all’improvviso è sbottata. E lo ha fatto in mondovisione, sotto gli occhi attenti di una telecamera che la “spiava” da molto vicino.

Tutto è successo nelle scorse ore, ai Mondiali d’Olanda, nel bel mezzo della partita contro le ragazze degli Stati Uniti. L’Italvolley ha conquistato una dignitosissima medaglia di bronzo, ma il risultato ottenuto dalla squadra è stato comprensibilmente “eclissato” dall’episodio che ha avuto come protagonista l’opposto del VakıfBank.

Paola Egonu, lacrime e sfogo a bordo campo

A bordo campo, la Egonu si è lasciata andare, in lacrime, ad uno sfogo con il suo procuratore Marco Reguzzoni. Il caso ha voluto che un tifoso la riprendesse e che quel video facesse il giro dei social, non fosse altro per l’intensità di una reazione, del tutto legittima, che la dice lunga su quanto certe parole possano far male.

“Basta! Basta! Non puoi capire, è stancante. Mi hanno chiesto addirittura perché sono italiana. Questa è la mia ultima partita con la Nazionale” la si sente dire, evidentemente sconvolta e in preda alla rabbia. La pallavolista ha poi “ritrattato” in conferenza stampa, chiarendo alcune delle sue parole, ma questo non ridimensiona, purtroppo, la gravità dell’episodio.

Paola Egonu, che con il suo sfogo ha contribuito a puntare i riflettori su una piaga purtroppo sempre attuale, ha successivamente spiegato che non intende lasciare la Nazionale. Che si prenderà, però, una piccola pausa. “Ha ribadito che per lei è un onore vestire questa maglia – ha detto il suo procuratore – e che non ce l’aveva con nessuno, è solo molto dispiaciuta perché quando non gioca bene viene sempre messa sotto accusa. E questo la ferisce. È un essere umano, e il suo è stato solo uno sfogo che finisce lì“.