I dolori del giovane Sinner: infortunio e doppio scivolone, non ha più scelta

Sinner, l’infortunio di Sofia complica i piani per la qualificazione alle ATP Finals di Torino: tutti gli infortuni e cosa serve per la Race.

Jannik Sinner è senza pace. Pur essendo molto giovane e avendo tutta la carriera davanti per diventare tra i numeri uno del tennis mondiale, la sfortuna e soprattutto gli infortuni non lo lasciano in pace. Guai a dire che sia fragile, ma sfigato quello forse sì. Perché in questo 2022 in cui ha confermato tutto il suo valore e potenziale, ne ha comunque passate di tutti i colori. La lista è lunghissima e serve a fare capire perché in questo momento la sua qualificazione alle Atp Finals sia purtroppo in discussione.

La serie nera del 2022 è iniziata da Rotterdam, quando fu costretto a rinunciare per Covid. Poi il ritiro per malessere al quarto turno di Indian Wells, e le dannate vesciche nei quarti di finale dell’Open di Miami. Agli Internazionali d’Italia, Sinner non ha terminato il quarto di finale contro Tsitsipas a causa di un problema all’anca. Al Roland Garros è stato il turno del ginocchio, a rovinare i piani del nostro eroe.

Poi arriviamo all’attualità: dalla rinuncia ad Amburgo per distorsione alla caviglia, caviglia che è tornata a fare i capricci a Sofia quando Sinner sembrava avviato alla vittoria del torneo dove aveva trionfato per la sua prima volta in assoluto.

Sinner, la situazione nell’Atp Race

Sinner
Sinner©LaPresse

Il ritiro di Sofia ha provocato un doppio scivolone per Sinner. Il tennista italiano è infatti suo malgrado uscito dalla top ten del tennis mondiale retrocedendo al numero 12 della classifica ATP, facendosi superare da Taylor Fritz e Hubert Hurkacz.

In questa settimana Sinner non potrà aggiungere punti utili alla classifica dell’Atp Race che decide i qualificati alle Finals, perché non parteciperà all’Atp 500 di Astana. La speranza è quella di recuperare in tempo per giocare a Firenze, e poi agli altri due tornei dove risulta iscritto ovvero Vienna e Parigi-Bercy. Ora però non ha più scelta, la classifica si fa in salita.

Il bottino complessivo che potrebbero guadagnare è pari a 1750 punti, sufficienti per raggiungere i primi 8 e qualificarsi per le Atp Finals di Torino in programma dal 14 al 20 novembre. Sarebbe una vera e propria impresa, e potrebbe servire anche meno a seconda dei risultati degli altri contendenti. Importante, ancora più della qualificazione alle Atp Finals, sarà però vedere Sinner in forma e finalmente privo di acciacchi fisici: del resto basterebbe quello per rivederlo probabilmente vincente.