Formazioni ufficiali Udinese-Inter: pronostico marcatori, ammoniti e tiratori

Udinese-Inter, le formazioni ufficiali: pronostico marcatori, ammoniti e tiratori della sfida della Dacia Arena. Le ultimissime.

Dopo i due successi consecutivi ottenuti in campionato ed in Champions League, l’Inter di Simone Inzaghi cerca ulteriori conferme: nel lunch match della settima giornata di Serie A i nerazzurri se la vedranno, però, con la slanciatissima compagine di Sottil, che desidera continuare a stupire. A causa dell’infortunio di Calhanoglu, spazio nuovamente a Mkhitaryan, con Dzeko a Lautaro tandem offensivo. Ecco le scelte di formazione:

Udinese Inter Pronostico Marcatori
Lautaro Martinez ©LaPresse

UDINESE (3-5-2:Silvestri; Becao, Bijol, Perez; Pereyra, Lovric, Walace, Makengo, Udogie; Beto, Deulofeu.

INTER (3-5-2): Handanovic, Skriniar, Acerbi, Bastoni, Dumfries, Barella, Brozovic, Mkhitaryan, Darmian, Dzeko, Lautaro.

Udinese-Inter, il pronostico marcatori

Tenuto a riposo per buona parte della gara contro il Viktoria Plzen, Lautaro Martinez – a secco da diverso tempo – potrebbe ritagliarsi lo spazio giusto per andare almeno una volta in goal. La difesa fisica dell’Udinese proverà a giocarsi costantemente il duello corpo a corpo con il “Toro”, che però ha dimostrato di reggere molto bene questo tipo di confronto. Inzaghi ha assoluto bisogno dei goal del proprio attaccante, che in questo primo scorcio di stagione è stato uno dei pochi a non chinare mai la testa, e ad offrire prestazioni importanti anche nei momenti di difficoltà.

Udinese-Inter, probabili ammoniti e tiratori

L’Udinese non vuole fare da vittima sacrificale, anzi. Qualora comparassimo gli stati di forma delle due compagini, del resto, sono proprio i friulani a poter contare su una maggiore freschezza atletica, palesatasi soprattutto sulle corsie laterali, con Udogie capace di fare il bello e il cattivo tempo. E chissà che l’esterno di piede mancino possa andare alla conclusione verso lo specchio della porta avversaria in almeno una circostanza, così come Pereyra e Mkhitaryan. La sensazione è che Perez e Darmian abbiano tutte le carte in regola per finire sul taccuino del direttore di gara.