Emma Raducanu, Tiffany non basta: c’è una tennista che brilla più di lei

Emma Raducanu ha perso anche la sfida tra stelle. La vittoria è indubbiamente sua e non c’è storia per nessuno.

Sono stelle. Che vogliano brillare ci sta. È del tutto legittimo. E ognuno di loro decide di farlo a modo proprio. Che lo si faccia abbagliando l’avversario e gli spettatori con dei colpi da maestro, oppure sfoggiando in campo accessori e outfit estrosi, non fa alcuna differenza: l’importante è essere luminosi, sempre e comunque.

Emma Raducanu
©️LaPresse

Nick Kyrgios ha voluto qualcosa di accecante, ad esempio, per il suo look sporty-chic: un girocollo di diamanti che fa più luce di una torcia. Vale lo stesso discorso per Emma Raducanu, che in quanto brand ambassador di Tiffany scende in campo ingioiellata dalla testa ai piedi.

A Wimbledon aveva esordito sfoggiando una parure del valore complessivo di oltre 35mila sterline. E nella sua New York, la città che le ha regalato la fama e fatto assaporare il brivido della vittoria Slam, non è stata da meno. Peccato solo che non sia riuscita a brillare né in un senso e né nell’altro.

Emma Raducanu, la sfida tra stelle la vince Serena

Emma Raducanu
Le scarpe sfoggiate da Serena Williams allo Us Open (Instagram)

La sua prestazione, come molti avevano previsto, è stata deludente. La britannica è stata fatta fuori al primo turno e questo significa che precipiterà inesorabilmente in classifica. Il suo look da Us Open era interessante, così come i gioielli che Tiffany aveva scelto per la sua pupilla, ma c’è qualcuno che è riuscito a catalizzare l’attenzione più di quanto non abbia fatto lei.

La stella più luminosa di questo Slam è senza ombra di dubbio la regina per eccellenza: Serena Williams. E non perché sarà il suo ultimo torneo, ma perché quello che ha sfoggiato in campo al Flushing Meadows l’ha resa abbagliante. In tutti i sensi. Impossibile levarle gli occhi di dosso. Quando ha fatto il suo ingresso, indossava una lunga gonna dai riflessi argentati che nascondeva un completo da gara ancor più incredibile, tempestato di cristalli com’era.

Ma il pezzo forte del suo look erano le sneakers, rigorosamente firmate Nike, impreziosite da, udite udite, 400 diamanti. Un modello unico e preziosissimo, con tanto di dicitura “Queen Mama” che lo ha reso ancor più personalizzato, realizzato dal brand sportivo in collaborazione con Serena Williams Jewerly. Non ce ne voglia Emma, ma nessuno potrà mai brillare quanto la regina indiscussa di tutti i tempi.