Emma Raducanu sfida Nadal: una gara all’ultimo bagliore

Nadal, stai attento ad Emma Raducanu: la tennista britannica vuole soffiarti il primato. La sfida tra i due è appena iniziata.

Un esordio più promettente di questo non avremmo davvero potuto immaginarlo. Emma Raducanu ha battuto la sua prima avversaria in quattro e quattr’otto, sfoderando una grinta e una determinazione che non leggevamo nei suoi occhi da tanto. Come se brillasse di luce propria. Ma il merito non era solo suo.

Nadal
©️LaPresse

C’è una ragione ben precisa se la stella degli Us Open 2021 era così luminosa. Accecante, quasi. Un osservatore distratto non ci avrà fatto caso, mentre uno più attento si sarà certamente accorto del fatto che la ragazza britannica indossava in campo dei gioielli di grandissimo valore.

La tennista è testimonial di Tiffany e c’è da dire che il marchio non avrebbe potuto scegliere un’ambasciatrice migliore di lei, col successo che continua a riscuotere. Con quelle meraviglie addosso, Emma era semplicemente divina. Incantevole. Ma avete la più pallida idea di quanto valgano, tutti insieme, i bijoux che sfoggiava la Raducanu a Wimbledon?

Nadal non ci rinuncia: in campo lo indossa sempre

Nadal
©️LaPresse

Il set completo includeva orecchini a goccia di perle e collana in pendant, più un meraviglioso braccialetto nel classico ed intramontabile stile Tiffany: tempestato di diamanti. Il tutto per un totale di 35mila sterline circa.

Emma ha dunque ufficialmente sfidato il “vanitoso” per eccellenza del circuito, ossia Rafael Nadal, che gioca tenendo al polso in qualunque occasione uno dei costosissimi orologi che Richard Mille crea apposta per lui da ormai diversi anni. Quello che sfoggia ultimamente è il nono modello di una collezione interamente dedicata al maiorchino.

Si tratta di esemplari che definirli rari sarebbe riduttivo. Il modello che indossa ora è stato lanciato in edizione limitata e ne esistono solo altri 49 uguali ad esso. Non tutti, d’altra parte, possono permettersi un capolavoro dell’orologeria sportiva di questo calibro, considerando che costa un milione di dollari. Per il momento la gara all’ultimo “bagliore” la vince quindi Rafa, ma Emma è sulla buona strada per fare ancora meglio.