Camila Giorgi, un anno dopo sono ancora lacrime

Camila Giorgi, in attesa della partita di oggi, per la tennista azzurra sono ancora lacrime. Un anno dopo le cose sono cambiate

Un anno dopo. Che sembra molto di più per come le cose si sono evolute. Camila Giorgi – in attesa oggi di scendere in campo a Cincinnati nel primo turno del Masters 1000 – deve cercare di farci rivivere le stesse emozioni che solamente lo scorso anno è riuscita regalare ai propri tifosi. E non solo, ma anche lei, con quelle lacrime, ha dimostrato di avere dei sentimenti a differenza di quanto fa intuire e capire nel momento in cui scende in campo.

Camila Giorgi
Camila Giorgi ©LaPresse

Lacrime diverse, però. Perché se l’anno scorso la tennista di Macerata si laureava campionessa nel torneo di Montreal, quello più importante portato a casa della sua carriera, oggi la classifica Wta piange per l’azzurra, che ha perso tantissime posizioni e che non sta riuscendo a risolleversi.

Camila Giorgi, le lacrime un anno dopo

Lacrime quindi dal sapore diverso. Dolcissime 365 giorni fa, amare oggi, anche se potrebbero esserlo di meno qualora la stessa Giorgi riuscisse oggi a superare il primo turno del torneo americano. Le possibilità ce le ha, l’azzurra, soprattutto se riuscisse a dimostrare quella concentrazione che in alcuni casi s’è vista. Non sempre però, ed è quello che manca soprattutto: la continuità nelle prestazioni, e quella voglia di andare sempre ad azzannare la partita.

Tutto in attesa, anche, di quello che potrebbe essere quel selfie prima di ogni gara che fa ammattire i fan della Giorgi: su Instagram infatti pochi minuti prima di un match, Camila piazza una storia dove fa vedere il proprio outfit, pubblicizzando anche quella che è l’azienda della madre che le produce tutti quelli che sono i completini di gioco.