Emma Raducanu messa in un angolo: il sacrificio che l’ha cambiata

Emma Raducanu isolata e dimenticata dagli altri: cosa è successo e perché è stato così difficile raccontarlo.

Gli sponsor fanno a gara per accaparrarsi la sua firma in calce a contratti milionari. Il pubblico del tennis e gli utenti dei social network la venerano e sono in poche, alla sua età, a poter dire di essere amate tanto quanto lei. Eppure la vita non è sempre stata così facile, per la bella Emma Raducanu.

Emma Raducanu
©LaPresse

La tennista britannica, il cui successo è esploso in concomitanza con l’epocale vittoria agli Us Open 2021, non ha avuto un’adolescenza indimenticabile. Ed è stato in occasione di un incontro telematico con degli studenti che ha confessato, come riferiscono da Givemesport.com, quello di cui nessuno era ancora a conoscenza.

Oggi la 19enne è la quinta donna del Regno Unito ad essere entrata nella top ten, ma tempo fa era una ragazzina sola e senza amici. Strano a dirsi, visto che il sorriso che sfoggia in ogni circostanza ci ha sempre fatto pensare che fosse un tipo solare e socievole, ma l’apparenza, si sa, a volte inganna.

Emma Raducanu, il racconto che commuove

Emma Raducanu
©LaPresse

Non è stato facile, per lei, integrarsi. Al liceo, questo ha raccontato agli studenti durante il colloquio a distanza, si sentiva molto sola. “Le amicizie si formano a sette, otto, nove anni e cambiano costantemente. “Quindi, se non ci sei e non vai ad alcune cose, o se esci a pranzo o fai una pausa, allora, sai, ti senti isolato e dimenticato”.

Ed è questo quello che è successo a lei. Il tennis le portava via molto tempo e la sua scelta, per forza di cose, l’ha penalizzata. “Non avere tanti amici a scuola – ha rivelato la Raducanu – è probabilmente uno dei sacrifici più grandi che ho dovuto fare“.

Ora però è acqua passata. Diventare una campionessa e vincere un Grande Slam l’ha certamente aiutata ad acquisire maggiore sicurezza e consapevolezza, come ha rivelato lei stessa. “Ora posso dire di essere decisamente più a mio agio ed estroversa rispetto a quando ero più giovane, e penso che sia grazie al tennis”. Tutto è bene quel che finisce bene, giusto Emma?