Tennis, l’ex numero 39 infiamma Instagram: topless da Playboy

Tennis, l’ex numero 39 americana infiamma Instagram e i suoi follower: un topless degno di una copertina di Playboy

Ha scatenato i suoi 100mila follower su Instagram. Uno scatto degno della migliore copertina di Playboy. Lei, che sulla rivista per adulti c’è già stata nel 2008, quando ancora giocava, scatenando moltissime polemiche. Successivamente, nel 2012, Ashley Harkleroad si è ritirata dalle competizione. Rimanendo però incline a dare visibilità al suo corpo. Lo scatto sul noto social network ha fatto letteralmente impazzire gli utenti.

Tennis
Ashley Harkleroad (Instagram)

Non è una novità che molte ex atlete e anche atleti decidano di cambiare decisamente vita nel momento in cui smettono con lo sport. Non è il caso dell’americana che già quando era in attività aveva deciso di mettere in evidenza le sue curve. Questo scatto, oggi, a 37 anni, dimostra come lo stessa non abbia mai perso la sua forma fisica. E c’è anche una novità importante, visto che Ashley Harkleroad, non solo è stata la prima atleta ad apparire su Playboy quando ancora giocava, ma è la prima atleta ad aver un profilo Onlyfans.

Tennis, lo scatto di Ashley Harkleroad

Ashley Harkleroad (Instagram)

“Sono la prima tennista professionista ad essere mai stato sulla copertina di Playboy e ora su Onlyfans!” ha detto l’americana. Che non ha reso però pubblici i guadagni che arrivano dalla sua attività su quell’applicazione che permette, pagando un abbonamento, di accedere a dei contenuti espliciti di diversi personaggi. Famosi o meno ovviamente, visto che tutti possono aprire un profilo del genere e postare qualunque cosa.

La Harkleroad, comunque, sul proprio profilo Instagram e tornando così allo scatto in questione, si è piazzata solamente con una giacca e con un jeans. Sotto la prima nulla. E ovviamente tutti impazziti, così come capita quasi sempre quando qualcuno si spinge oltre quello che potrebbe essere il “normale”. Che poi, ognuno, per normale, può pensare davvero quello che vuole. Chi siamo noi per giudicare una bellezza del genere?