Alcaraz è meno spavaldo del solito: il messaggio per Sinner

Alcaraz tira il freno a mano e decide di cambiare rotta: ecco il messaggio che ha voluto lanciare ai suoi avversari.

Per i bookmaker ci sono ottime possibilità che sia proprio lui a vincere Wimbledon. E ci sta, visto e considerato che Carlos Alcaraz ha ampiamente dimostrato che non esistono per lui limiti o confini insormontabili. Ma che, al contrario, tutto è possibile, se sei un baby fenomeno con un solo sogno nel cassetto: diventare il numero uno.

Alcaraz
©️LaPresse

Sul cemento e sull’erba ha conseguito risultati straordinari e impensabili, negli ultimi mesi. D’altra parte la classifica, in questo senso, parla chiaro: ha soli 19 anni ma è già in top ten, motivo per il quale è divenuto uno degli avversari indubbiamente più temibili del circuito maschile.

Sebbene la sua presenza “spaventi” i colleghi, stavolta le sue sensazioni non sono affatto positive. Alla vigilia del Roland Garros disse di sentirsi pronto a vincere uno Slam, ma ora che Wimbledon è ormai alle porte sembra che il ragazzo di Murcia abbia deciso di giocarsi un’altra carta: quella dell’umiltà.

Wimbledon, Alcaraz gioca la carta dell’umiltà

Alcaraz
©️LaPresse

Vuoi perché è la prima volta che giocherà sull’erba con il carico di aspettative che ormai grava su di lui, vuoi perché il gomito ha fatto le bizze costringendolo a saltare il Queen’s, fatto sta che è molto meno spavaldo del solito.

“Alcuni pensano che sia tra i favoriti – ha detto Alcaraz, come riporta Tennis World Italia – ma onestamente non credo. Ci sono giocatori molto migliori di me sull’erba, come Berrettini, Djokovic o Nadal. Proverò a godermi al meglio questa superficie, non solo ora ma anche in futuro”.

Sembra evidente che Carlitos non ritenga di avere le carte in regola per vincere lo Slam britannico. E le sue parole, indirettamente, contengono anche un messaggio per Jannik Sinner. I due, come decretato dal sorteggio del tabellone principale, potrebbero incontrarsi al quarto turno di Wimbledon, ma se Alcaraz avesse ragione l’altoatesino potrebbe dormire sonni tranquilli.