Wimbledon senza numero 1 e 2: è la prima volta ufficiale

Wimbledon, per la prima volta nel nuovo secondo il torneo sull’erba non avrà il numero 1 e il numero 2. Possibilità enormi per gli altri

Non succedeva dal lontano 1973: una vita fa, un’era fa. Un altro secondo, per rendere maggiormente l’idea di come sarà il torneo londinese che inizierà il prossimo 3 luglio. Quell’erba bellissima che tutti i tennisti sognano di baciare, anzi di mangiare a dire il vero alla fine del torneo. Quel sogno che ha accarezzato per qualche giorno, lo scorso anno, anche il nostro Matteo Berrettini, che si è trovato in finale contro Djokovic prima di cedere il passo al serbo che non ha lasciato scampo al romano. E quest’anno si rinnovano le possibilità per Nole, ma anche per Nadal a dire il vero che arriva dalla vittoria del Roland Garros e soprattutto con la notizia che sua moglie è in attesa del loro primo figlio. Insomma, anche per lo spagnolo il momento è magico.

Daniil Medvedev ©️Ansafoto

Ma torniamo a noi, a quella che è la notizia in sé, che è stata riportata da Eurosport. Per la prima volta dopo tantissimo tempo al torneo sicuramente più atteso non ci saranno né il numero 1 né il numero 2 della classifica Atp Mondiale.

Wimbledon, né Medvedev né Zverev

Alexander Zverev ©️Ansafoto

Motivi diversi, ma non ci sarà Medvedev e nemmeno Zverev. Il primo, il migliore in questo momento nella classifica Atp, paga le scelte del governo britannico di bandire tutti gli atleti russi da ogni manifestazione. Un problema che va oltre quelle che sono le scelte tecniche e fisiche è evidente, ma che comunque costringe il numero 1 al Mondo a stare a casa a guardare.

Discorso diverso per Zverev: l’infortunio alla caviglia nella semifinale del Roland Garros è stata una mazzata. Uscito con le stampelle, si è capito sin da subito che l’infortunio era serio. Ieri è arrivata anche l’ufficialità della sua decisione. Ma non c’erano dubbi nemmeno prima. Insomma, porte aperte a una finale scontata o sogno ancora per qualche tennista che potrebbe sfruttare le assenze per farsi vedere? Vedremo.