Musetti, un ricordo dal passato accende la nostalgia

Musetti, un dolcissimo ricordo compare sui social a poche ore dalla finale di Forlì. La foto e l’aneddoto che hanno conquistato i tifosi.

Sarà una finale tutta italiana, quella in programma oggi pomeriggio a Forlì. Sono Lorenzo Musetti e Francesco Passaro i due tennisti arrivati in fondo a questo percorso. E se sul fatto che il primo potesse raggiungere l’ultimo atto non avevamo il benché minimo dubbio, il secondo è stato invece un’autentica rivelazione.

Musetti
©LaPresse

In sei partite non ha perso un solo set e dalle qualificazioni in poi ha giocato sempre meglio. Potrebbe riservare qualche sorpresa al pubblico anche oggi stesso, che è poi quello che è successo anche ieri su quello stesso campo. La vittoria di Musetti era quasi scontata, ma il suo avversario è riuscito brillantemente a tenergli testa.

Matteo Gigante era riuscito addirittura a vincere il primo set, salvo poi subire l’incredibile rimonta del portentoso talento di Carrara. Quella di ieri è stata dunque una semifinale “strana”. Per tanti motivi e non solo per il fatto che il ventenne è riuscito a strappare un set ad uno degli atleti più promettenti del circuito.

Musetti e Gigante, 10 anni da quella prima sfida

Non era la prima volta che Lorenzo Musetti e Matteo Gigante giocavano l’uno contro l’altro. Grazie ad un contenuto apparso qualche ora fa su Twitter abbiamo scoperto, anzi, che c’era un precedente tra i due. Un incontro, non proprio recente, che ha subito ammantato di “nostalgia” la loro sfida a duello.

Il giornalista e telecronista di SuperTennis Tv Alessandro Nizegorodcew ha raccontato, con tanto di prove fotografiche, che i due giovani azzurri si erano già affrontati. Precisamente dieci anni fa, nel 2012, quando erano appena due bambini.

Stavano giocando in un torneo under 10 e nessuno sospettava, ancora, dove potessero arrivare. Dove in particolare sarebbe arrivato Musetti, uno dei prodigi più incredibili del vivaio azzurro, che due settimane fa era stato ad un passo dal battere, al primo turno del Roland Garros, il top ten Stefanos Tsitsipas.