Berrettini o Sinner, c’è un vincitore: Volandri se l’è lasciato scappare

Berrettini o Sinner? il capitano degli azzurri in Coppa Davis ha una preferenza: ecco chi è il più forte secondo lui.

C’è chi dice che la sua squadra sia la più forte di sempre e che stavolta possa vincere a occhi chiusi. E di questo, senza false modestie, ne è convinto anche Filippo Volandri, capitano degli azzurri in Coppa Davis, che non perde mai d’occhio i ragazzi che fanno parte del suo piccolo esercito di tennisti.

Berrettini
Instagram

Non è stato troppo fortunato, però, fino ad oggi. Non ha mai avuto a disposizione tutti i suoi campioni contemporaneamente, il che non gli ha permesso di provare schemi, doppi e combinazioni che pensa possano funzionare nel torneo a squadre in cui gli azzurri saranno presto coinvolti.

Tant’è che averli lì, tutti insieme, senza che nessuno sia infortunato o impegnato altrove, è il suo “desiderio del 2022“, come ha rivelato alla Gazzetta dello Sport. E chiacchierando con il quotidiano sportivo si è lasciato sfuggire anche una considerazione che fino a questo momento aveva tenuto per sé.

Volandri e quella piccola preferenza per Berrettini

Berrettini
Instagram

Capitan Volandri, alla fine, lo ha fatto. Ha detto la sua su una questione che attanaglia gli italiani ormai da mesi. Quella che riguarda i due talenti del panorama tennistico italiano al momento più in vista: Matteo Berrettini e Jannik Sinner. Per chi dei due il mister ha una preferenza?

Nell’intervista alla Gazzetta, Filippo Volandri ha citato il romano dicendo di lui che è “il nostro giocatore più forte“. Questo non significa ovviamente che non stimi l’altoatesino o gli altri promettentissimi giovani nostrani, primo fra tutti Lorenzo Musetti; vuol dire, semplicemente, che il suo modo di giocare lo convince un po’ di più.

In un passaggio dell’intervista ha poi spezzato una lancia in favore di Sinner: “Pure in questa fase delicata – ha detto riferendosi al recente cambio di coach – Jannik ha mostrato che le doti per le quali è arrivato in alto non sono solo tecniche: la sua mentalità vincente è straordinaria. Completerà con successo il percorso, non sono preoccupato”.