Ana Quiles, una regina “in prestito”: perché il pubblico impazzisce per lei

Ana Quiles sfodera le sue armi migliori e conquista in un battibaleno il pubblico italiano: ecco la chiave del suo incredibile successo.

Sa parlare di calcio in tutte le lingue del mondo. Ed è per questo motivo che Ana Quiles Boix ha finito col fare breccia nel cuore degli italiani. Lei non è nata nel Bel Paese ma ad Elche, a quattro ore circa da Madrid, eppure è già conosciuta in ogni dove per via della sua incredibile competenza in materia sportiva.

Ana Quiles
Instagram

La popolarità della bella giornalista spagnola è aumentata a dismisura negli ultimi tempi. In particolar modo in Italia, dal momento che il pubblico le ha riservato un’accoglienza calorosisissima. Merito della sua preparazione, certo, ma anche di un fascino che non può passare inosservato.

L’indice di gradimento nei suoi confronti è peraltro destinato a crescere ancor più nel tempo. Ana Quiles sta spopolando e gli ascolti delle trasmissioni alle quali partecipa – come ad esempio Calcio Totale, su Rai Sport – ne risentono ovviamente in positivo.

Così Ana Quiles ha conquistato gli italiani

Ana Quiles
Instagram

Non ci stupisce affatto che le cose stiano così. Ana ha saputo conquistare il suo pubblico in ogni modo possibile, guadagnandosi ben presto un posto nell’Olimpo delle giornaliste e conduttrici sportive più amate del Bel Paese, accanto alle varie Diletta Leotta, Federica Masolin, Giorgia Rossi e così via. Qui ha dunque trovato la sua strada e realizzato quello che è sempre stato il suo sogno.

Ha sempre saputo di non voler vivere in Spagna. L’opportunità di lasciare la sua città d’origine si è presentata a 23 anni, quando una borsa di studio le ha cambiato la vita. Avrebbe voluto trasferirsi in America, ma alla fine ha optato per l’Italia. Da quel momento in poi, è diventata la sua casa.

Non ha mai avuto dubbi, invece, su cosa volesse fare “da grande”. La sua passione per lo sport ha radici lontane nel tempo e il legame con il calcio c’è sempre stato. Il suo papà disegna scarpe da calcio, ragion per cui ci piace pensare che il suo destino fosse scritto nelle stelle.