Diletta Leotta non riesce a resistere | Travolta in diretta radio

Diletta Leotta, un nuovo video che ha come protagonista la stella di Dazn si appresta a divenire virale: ecco cosa è accaduto stavolta.

Qualche giorno fa era finita nella “rete” di Daniele Battaglia. Il collega di Radio 105 l’aveva “tradita” mettendo in rete un video che lei, solo qualche secondo prima, aveva supplicato di non pubblicare sui social network. Il suo appello era – come ampiamente prevedibile – caduto nel vuoto, ma il risultato era stato esilarante.

Diletta Leotta
Instagram

Nel filmato in questione, la bella Diletta Leotta veniva erudita circa l’atteggiamento e le pose che dovrebbero essere assunti dal perfetto cantante neomelodico. Con una canzone ben precisa, ovvero un vecchio tormentone che torna ciclicamente, a fare da sottofondo: “Povero gabbiano” di Gianni Celeste.

Un brano che sembra quasi dare il “tormento”, da qualche tempo a questa parte, alla bella conduttrice di Dazn. E lei, che in un modo o nell’altro finisce sempre nelle trappole che colleghi e amici le tendono per prenderla un po’ in giro, c’è cascata ancora una volta.

Diletta Leotta e quella canzone che non le dà tregua

Diletta Leotta
Instagram

Sono addirittura due i video che documentano come la stella della streaming tv si sia fatta ingannare anche stavolta. Nel primo si trova su un set non meglio specificato – nuova puntata di Linea Diletta in arrivo? Probabile – ed è pronta col suo ciak in mano a dare il via alle riprese.

Ma, ad un certo punto, le vicende del gabbiano cantate da Celeste giungono dalle retrovie e sdrammatizzano la serietà del momento, facendo ridere di gusto la Leotta. In quello successivo sarà lei, invece, a tirare in ballo Gianni Celeste e quella strofa tormentone. Lo farà alla radio, in diretta, in compagnia di un’ospite speciale.

Stavolta Diletta non ha cantato da sola, ma in compagnia di nientepopodimeno che Gianni Morandi. Il siparietto, a dir poco comico, è subito divenuto virale. E tutto si può dire, a guardare il video, tranne che Diletta non sia autoironica.