Sinner apre un nuovo capitolo | L’annuncio ufficiale che sorprende

Sinner, finalmente ci siamo. Ecco cosa ha deciso di fare il tennista altoatesino dopo la clamorosa notizia degli ultimi giorni.

Credevamo tutto che si trattasse di una soluzione temporanea, ma avevamo preso un granchio. Jannik Sinner aveva già le idee chiarissime e nessuna delle sue recenti mosse è stata casuale. Quando ha scaricato Riccardo Piatti, sapeva già perfettamente alla porta di chi andare a bussare.

Sinner
©️LaPresse

Non ce lo aspettavamo, ed è per questo che l’annuncio ufficiale ha spiazzato un po’ tutti. Sarà Simone Vagnozzi, da qui in avanti, ad allenare il giovane talento italiano entrato in top ten sul finire della scorsa stagione. Ha iniziato a farlo la settimana scorsa, quando si sono incontrati a Monte Carlo.

A darne comunicazione è stato Sinner in persona, con un breve comunicato pubblicato sui social e subito rimbalzato in ogni dove: “Felice di annunciare che lavorerò con Simone Vagnozzi come mio allenatore, sarà lui a guidare la mia squadra. Al momento – queste le sue parole – non abbiamo in programma di aggiungere altri membri del team ma esamineremo la situazione man mano. Entusiasti di iniziare questo nuovo capitolo, forza”.

Leggi anche: Camila Giorgi, la foto che fa discutere | Quel dettaglio scatena i commenti

Sinner, per ora solo Vagnozzi: Norman resta in stand by

Sinner
©️LaPresse

C’è un passaggio, di questa nota destinata alla stampa, che non può passare inosservato. Jannik dice che al momento non ci saranno nuovi innesti. È perciò lecito chiedersi, a questo punto, che ne sia stato di Magnus Norman. Quelli riportati da radio spogliatoio erano solo farneticazioni e rumors privi di fondamento?

Non proprio. Secondo la Gazzetta dello sport i contatti diretti tra l’altoatesino e il coach di Stan Wawrinka ci sarebbero già stati, quindi la porta di Sinner è solo socchiusa e non sbarrata. Si è semplicemente preferito, forse, fare le cose con calma e perfezionare i dettagli della collaborazione senza troppa fretta.

Il super coach serve in ottica Slam, perciò c’è tutto il tempo per elaborare un piano d’attacco e coltivare un futuro insieme senza essere troppo precipitosi. Per il momento lavorerà solo con Vagnozzi, che accettando di seguire Sinner ha dato seguito alle sue dichiarazioni dell’agosto scorso: “Vorrei potermi dedicare ad un progetto che abbia alla base obiettivi importanti – aveva detto alla Federtennis – un giocatore ambizioso, affamato di risultati, pronto ad entrare in campo con il coltello tra i denti, per vincere tornei importanti ed entrare tra i primi dieci del mondo”. Quello della chiaroveggenza ce l’ha. Vedremo quali altre doti gli appartengono.