Sinner e Berrettini, dopo il doppio il faccia a faccia: l’appuntamento da non perdere

Sinner e Berrettini, sta per succedere davvero: i due campioni italiani saranno l’uno contro l’altro in un evento attesissimo dai tifosi.

Per due anni nessuno ha calpestato il cemento di Indian Wells. Ma il mitico torneo californiano sta finalmente per tornare e lo farà con un parterre di tutto rispetto, così da celebrare la ritrovata normalità e divertire il pubblico, che immaginiamo essere affamato di buon tennis dopo una sosta così inaspettatamente lunga.

Sinner
©️LaPresse

La competizione avrà inizio il 7 marzo prossimo e la finalissima è prevista per domenica 20. Di ragioni per incollarsi allo schermo ce ne sono a bizzeffe. A partire dal rientro di Novak Djokovic, del tutto inaspettato visto che per partecipare bisogna tassativamente essere vaccinati.

Quindi, evidentemente, Nole si è convinto. Il suo ritorno, soprattutto dopo gli spiacevoli fatti di Melbourne, è attesissimo. Ma non sarà il solo personaggio degno di nota per il quale varrà la pena godersi lo spettacolo di Indian Wells.

Leggi anche: Sinner e quella risposta che sorprende: “Da soli su un’isola deserta”

Sinner e Berrettini si sfideranno ad Indian Wells?

Sinner
Instagram

Per i tifosi italiani sarà un’autentica festa. Ci saranno praticamente tutti: da Matteo Berrettini a Jannik Sinner, passando per Lorenzo Musetti e Lorenzo Sonego, Fabio Fognini e Gianluca Mager. Potrebbe quindi succedere, alla luce della entry list pubblicata dal gruppo BNP Paribas Open, quello che gli appassionati attendono da tempo immemore.

Ad un certo punto del Masters 1000, il primo dell’anno, il numero 6 e il numero 10 del mondo potrebbero infatti scontrarsi e dare vita ad una gara che, ne siamo certi, passerebbe alla storia. Si tratta ovviamente solo di congetture, ma la voglia di assistere ad un big match di questa portata è talmente grande che sognare un po’ non guasta mica.

Quel che è certo è che il campo della contea di Riverdale sarà pieno zeppo di titani. Oltre a Djokovic ci saranno Daniil Medvedev, Rafael Nadal, Stefanos Tsitsipas e Alexander Zverev. Potrebbe succedere praticamente di tutto, con una entry list così. E i fuochi d’artificio, provare per credere, sono assicurati.