Sinner non ci sta | La reazione è immediata

Sinner ancora fermo per via del Covid. Ma, nel frattempo, salta fuori una rivelazione importantissima sulla sua carriera.

Jannik Sinner sta ancora facendo i conti con quel nemico invisibile di nome Covid. Il tennista altoatesino fortunatamente è asintomatico, perciò sarà in campo non appena risulterà negativo al tampone. E quando accadrà, dovrà occuparsi di tutte le faccende lasciate in sospeso per ragioni indipendenti dalla sua volontà.

Sinner
©Getty Images

La sua missione per il 2022 non è certo cambiata. L’obiettivo sarà sempre e comunque quello di aumentare il suo punteggio e di avvicinarsi sempre più, a livello di ranking, ai grandi del circuito. Ma per farlo dovrà giocare il più possibile ed evitare, come appena accaduto suo malgrado, di saltare i tornei in programma.

Stavolta purtroppo non è dipeso da lui. A Rotterdam aveva ottime possibilità di imporsi e di arrivare addirittura in finale, ma tant’è. Non mancherà comunque occasione, anche alla luce della sua giovane età, per dimostrare di che pasta sia fatto e per prendersi le soddisfazioni che certamente merita.

Leggi anche: Sinner, il dettaglio non sfugge ai fan: che ci fa lì Maria Braccini?

Alcaraz, il rivale che fa bene a Jannik Sinner

Sinner
Carlos Alcaraz ©Getty Images

Il suo coach, Riccardo Piatti, è molto ottimista in merito al futuro del giovane talento di San Candido. Sa bene quanto valga il suo pupillo ed è perfettamente consapevole del fatto che abbia moltissime carte da giocare. E, conoscendolo bene, sa pure quale sia il modo migliore di stimolarlo e di tirare fuori il meglio da Sinner.

È convinto, ad esempio, che la presenza di un certo talento nel circuito possa spronarlo a fare sempre di più. “L’esplosione di Carlos Alcaraz – ha detto l’allenatore al Corriere della Sera – stimola Jannik e lo tiene sempre sull’attenti, lo spinge a non accontentarsi e a migliorarsi”.

“Jannik deve ancora lavorare molto – ha detto ancora il coach del talento azzurro della Nextgen – l’obiettivo è riuscire a mantenere il posto tra i primi dieci in classifica e poi puntare alla qualificazione diretta alle prossime Finals. Vogliamo alzare l’asticella ed ottenere piazzamenti di rilievo”.