Berrettini e quella rabbia da smaltire | Pausa di riflessione

Berrettini ha deciso: si prenderà una pausa dopo le fatiche australiane. Ecco quando potremo rivederlo nuovamente in campo.

Se c’è una cosa che gli Australian Open ci hanno insegnato, è che l’esperienza a volte può far più male di un dritto potente e ben piazzato. Ce ne siamo accorti quando Matteo Berrettini ha messo ko il fortissimo ma ancora inesperto Carlos Alcaraz. E ne abbiamo avuto la conferma oggi, vedendo come Rafael Nadal è riuscito senza troppa fatica a domare il miglior tennista italiano degli ultimi tempi.

Berrettini
©️Getty Images

Ci voleva ben più di un servizio a 218 km/h per scoraggiare il maiorchino, in formissima nonostante avesse alle spalle uno stop piuttosto lungo e l’atavico problema al piede. La possibilità di disputare la finalissima degli Australian Open è ormai sfumata, ma il romano avrà molte altre chance per farsi le ossa ancora un po’ prima del prossimo Slam.

L’italiano tornerà in campo da numero 6: le prodezze di Melbourne gli hanno permesso di guadagnare terreno e di avanzare ulteriormente nel ranking, il che di certo non guasta. Ma quali sono i prossimi appuntamenti di Matteo Berrettini?

Leggi anche: Camila Giorgi, addominali d’acciaio e gambe da urlo: l’allenamento è bollente

Berrettini salta Rotterdam e vola in Brasile

Berrettini
©️Getty Images

Mentre Jannik Sinner partirà alla volta di Rotterdam per il primo Atp 500 del 2022, il numero 2 di Wimbledon si fermerà per riprendere fiato. Per rivederlo in campo ci vorrà il giorno di San Valentino, quando avrà inizio l’Atp 500 di Rio de Janeiro. Nella metropoli brasiliana Berrettini giocherà, per la prima volta nella stagione appena iniziata, sulla terra rossa. Ai piedi del Corcovado ritroverà due degli avversari battuti a Melbourne, ossia Carreno Busta e Alcaraz.

Dopodiché volerà dritto ad Acapulco per battersi sul cemento con i top player. Oltre a lui hanno confermato la partecipazione all’Atp messicano, in programma dal 21 al 27 febbraio prossimi, anche Medvedev, Tsitsipas, Zverev e Auger-Aliassime. Un parterre di tutto rispetto per una competizione che si preannuncia agguerritissima sin da ora.

Nel primo weekend di marzo, poi, Matteo dovrebbe tornare – ma non è ancora detto – a battersi per il tricolore: si disputeranno i playoff di Coppa Davis e Berrettini dovrebbe recarsi a Bratislava per duellare contro i padroni di casa. L’appuntamento cozzerebbe però con i Masters 1000 in programma tra marzo e aprile a Indian Wells e a Miami, per cui si resta in attesa di capire cosa deciderà di fare in merito insieme a mister Volandri.