Scommesse sospette sul calcio in aumento, l’avviso dell’IBIA

Scommesse sospette, sono in aumento quelle sul calcio. L’avviso ufficiale arriva dall’IBIA che monitora quotidianamente la situazione

L’International Betting Integrity Association (IBIA) si occupa ogni anno di segnalare i casi di scommesse sospette sui vari sport. Un lavoro incredibile che permette molto spesso di arrivare anche a delle indagini e a delle condanne. Girano diversi miliardi nel mondo delle scommesse. Cosa che ovviamente fa gola a tanti.

©LaPresse

L’ultimo episodio è quello che è successo in Premier League con un’indagine che è partita su un presunto cartellino giallo di troppo. Nel mezzo ci è andato un giocatore dell’Arsenal – l’identità non è stata rivelata – che si sarebbe beccato un’ammonizione. Sulla stessa ci sarebbe stato un flusso di giocate irregolari che hanno fatto scattare il livello di guardia al massimo. Si combatte, insomma, su ogni fronte. La IBIA, comunque, ha redatto il solito resoconto annuale sulle scommesse sospette. Nel 2021 sono stati 236 i casi sotto la lente d’ingrandimento.

LEGGI ANCHE: Cile-Argentina, qualificazioni Mondiali 2002: formazioni, pronostici

Scommesse sospette, aumentano quelle nel calcio

Pronostici
L’esultanza dei giocatori dell’Arsenal ©️LaPresse

C’è una riduzione rispetto ai 270 casi che sono stati segnalati nel 2020, questo c’è da dirlo. Ma rimane comunque coerente con quello degli anni scorsi. La media si mantiene – purtroppo – stabile. Con l’Europa che continua a dominare in questa speciale e non invidiabile classifica. Dal Vecchio Continente, infatti, arrivano il 50% delle segnalazioni totali. Un numero importante.

E lo sport che ha ricevuto il maggior aumento rispetto all’anno precedere è proprio il calcio con 66 avvisi: amento dell’8%, il più alto come detto. Ma non è il pallone lo sport dove sono stati segnalati il maggior numero di eventi. Questa palma se la prende il tennis, con 88 casi sospetti anche se c’è un decremento del 18% rispetto all’anno precedente. Il generale comunque davvero tutti gli sport sono attenzionati e hanno un segnale d’allerta: dal cricket, al beach volley, allo squash e passando anche per la pallamano e il calcio a 5. L’ultima frontiera: gli Esports.

La situazione in Italia però sul calcio è tranquilla, almeno stando al report annuale. Non ci sono segnalazioni relative allo sport che più appassiona nel nostro paese mentre ce ne sono cinque sul tennis.