Camila Giorgi non ci sta: scatto d’orgoglio dopo il match

Camila Giorgi esce al terzo turno contro un’imbattibile Ashleigh Barty. Ecco le sue parole subito dopo l’eliminazione.

La prima a temerla era proprio lei, Ashleigh Barty. Era certa che contro Camila Giorgi non avrebbe avuto vita semplice, ma si sbagliava. In due set, l’italiana l’ha spuntata solo in sei dei game disputati. Non è dunque riuscita, stavolta, ad impensierire più di tanto la numero uno.

Leggi anche: Sinner, crollano le ipotesi sul supercoach: l’indizio che spariglia le carte

Non è stata fortunata. Le è toccato in sorte il più ostico dei terzi turni ed è un vero peccato che le sia stata negata la possibilità di andare avanti. La Giorgi aveva ancora molto altro da “dire” e da dimostrare sotto i riflettori di Melbourne, ma tant’è. Non mancherà occasione, in futuro, di ritentare. E, magari, di “vendicarsi”.

Anche perché la bella Camila non è un tipo che si piange addosso. Ha un autocontrollo di ferro e sa bene quanto vale, così come conosce perfettamente i suoi punti deboli. Ed è per questo motivo che, all’indomani dell’eliminazione dal primo Slam della stagione, è già in grado di guardare il bicchiere mezzo pieno e di mettere a tacere critiche e polemiche.

Camila Giorgi: “Credo tanto in me stessa”

Camila Giorgi
©Getty Images

“Sono stata in grado di giocare a un ottimo livello – ha detto la marchigiana a margine dell’incontro con Ash Barty, rispondendo implicitamente alle osservazioni mosse sui social network circa il suo modo di giocare e di reagire nel match – Sono davvero entusiasta di aver raggiunto la seconda settimana a Melbourne. Il modo in cui lei colpisce la palla e controlla il centro del campo – ha poi aggiunto parlando della sua avversaria – è incredibile”.

“Ho cercato di divertirmi e di restare concentrata su ogni punto – ha detto ancora la Giorgi – Questa sconfitta la prendo nel verso giusto, anche perché arriva contro una ragazza giovane, e questo significa che il tennis sta crescendo. Sono orgogliosa di come ho gestito la partita e della mia reazione. Sono contenta di come ho iniziato la stagione. Nel prosieguo, i risultati arriveranno senz’altro. Credo tanto in me stessa”.

Ha ragione. Indipendentemente da come siano andate le cose contro la numero uno del mondo, in questo Slam Camila ha dato tantissimo. È stata l’unica tennista azzurra a qualificarsi al terzo turno, tanto per cominciare, il che la dice lunga sul suo valore e sulla sua capacità di stare in mezzo ai grandi.