Berrettini ha rischiato grosso: quel dolore all’addome e la paura

Berrettini vince contro Nakashima, ma nella sua prima partita agli Australian Open 2022 ha dovuto fare i conti con un problema fisico. 

Al di là della rete c’era un ventenne con tanta voglia di emergere e di diventare “grande”. Matteo Berrettini lo sapeva dal primo istante, che non sarebbe stata una gara facile. E infatti, come da pronostico, il tennista romano è riuscito sì ad avere la meglio, ma non senza difficoltà. Legate comunque, a quanto pare, non solo al suo avversario.

Leggi anche: Berrettini, la verità in un’intervista: cosa accadde quel giorno con Sinner

Brandon Nakashima è partito col botto. Ha fatto suo il primo set, ostacolando un Berrettini che, in un primo momento, è parso tentennante. Non era colpa del caldo, che pure dicono sia stato afoso come non mai. Quanto, piuttosto, di un indesiderato problema ravvisato dal numero 7 del mondo all’inizio della gara.

Nulla di troppo grave o di irrisolvibile, per fortuna. Ma tanto è bastato, nella prima frazione di gioco, per mettere i bastoni tra le ruote al pupillo di Vincenzo Santopadre. Che, nonostante tutto, è riuscito ad andare avanti, a rimontare e a passare il primo turno di questi Australian Open.

Berrettini salvato in calcio d’angolo dall’Imodium

Nella partita d’esordio allo Slam, Matteo è stato messo quasi ko da un insopportabile mal di stomaco. Che, unito al caldo di Melbourne, gli ha impedito di scendere in campo con la tranquillità fisica e mentale di cui aveva assolutamente bisogno.

“Ho avuto problemi di stomaco – ha detto al termine della gara, come riferisce OA Sport – è stata dura giocare il terzo e quarto set. Ho fatto il meglio che potevo, mi dicevo di continuare a lottare. Alla fine ce l’ho fatta e sono molto felice”. “Probabilmente senza il supporto del pubblico non ce l’avrei fatta, se fossimo stati a porte chiuse forse mi sarei ritirato“, ha poi aggiunto il finalista di Wimbledon 2021.

E siccome Berrettini è uno che sa ridere dei propri guai, nel lasciare il campo ha voluto sdrammatizzare quanto accaduto rendendosi protagonista di un divertentissimo siparietto. Come spesso fanno i tennisti, ha lasciato un messaggio sull’obiettivo della telecamera che lo stava riprendendo. Ha scritto, tanto per scherzarci su, “Imodium grazie”, riferendosi chiaramente al farmaco che ha “salvato” la sua giornata e la partita.