Berrettini e Sinner come non li avete mai visti: le riprese negli spogliatoi

Berrettini e Sinner, i fan dei due tennisti italiani hanno ora un’occasione irripetibile: tutto quello che c’è da sapere sulla novità del giorno. 

Prima è toccato Formula 1, protagonista indiscussa dell’apprezzatissimo “Drive to survive”. Poi è stata la volta del golf e del PGA tour. Ma ora, finalmente, è arrivato il suo momento. Anche il tennis, udite udite, avrà una sua docuserie che andrà presto in onda su Netflix. L’annuncio è arrivato nella giornata di ieri e gli appassionati già non vedono l’ora.

Leggi anche: Berrettini e Sinner, il verdetto di Panatta è impietoso

La già attesissima serie racconterà in una maniera completamente nuova tutto quello che accade dietro le quinte dei tornei Atp e Wta e degli Slam. Non a caso, le riprese avranno inizio proprio questo lunedì, quando gli atleti si raduneranno a Melbourne per prendere parte agli Australian Open.

Ci sarà spazio, come facilmente intuibile, per il caso Novak Djokovic. Ma anche per le gioie, le paturnie e le amicizie che fanno da sfondo agli imperdibili match del circuito. Avremo la possibilità, pertanto, di vedere Matteo Berrettini e Jannik Sinner, ma anche Camila Giorgi, come non li abbiamo mai visti.

Arriva la docuserie sul tennis con Berrettini, Sinner e Camila Giorgi

Berrettini
©️LaPresse

Di “spiare” come sono quando non si trovano in campo. Di scoprire come ci si prepara ad una partita di tennis. Se ne vedranno quindi delle belle, soprattutto nelle puntate dedicate, appunto, al primo Slam di questo 2022. La docuserie di Netflix sul tennis sarà prodotta da Box to Box Films; i produttori esecutivi saranno Paul Martin e James Gay Ress.

“La serie sarà ricca di contenuti esclusivi e racconterà storie personali che attireranno sicuramente fan di tutte le età” ha affermato Brandon Riegg, vicepresidente Netflix di Unscripted and Documentary Series.

Non sarebbe sbagliato ipotizzare, quindi, che possa esserci spazio anche per la storia d’amore più bella del circuito: quella tra Matteo Berrettini ed Ajla Tomljanovic. Ma non solo. Perché l’obiettivo di questa produzione sarà appunto accendere i riflettori su tutto quello che accade negli spogliatoi e che il pubblico del tennis, per forza di cose, non può vedere.