Il video inaspettato di Ajla Tomljanovic: ha dato una lezione a tutti

Ajla Tomljanovic ha sfruttato il potere dei social network per dare una bella lezione a tutti quanti: ecco cosa è successo a lady Berrettini. 

Ajla Tomljanovic giocherà in casa, stavolta. Nella terra che l’ha adottata, nel rifugio in cui le piace tornare ogni volta che le è possibile. Gli Australian Open hanno per lei un significato quindi completamente diverso: non si tratta solo di vincere, ma di “ripagare”, in qualche modo, la splendida accoglienza che le è stata riservata.

Leggi anche: Camila Giorgi, in Australia fa caldo: la foto allo specchio è bollente

La fidanzata di Matteo Berrettini è di origini croate, ma la sua casa è ormai questa già da un po’ di tempo. Ed è per questo che è lecito aspettarsi che possa giocare con un pizzico di determinazione in più. Con ancor più voglia di fare bella figura e di imporsi in un campo che le è estremamente familiare.

Sta postando così tante storie, in questi giorni, che sembra chiaro che il suo entusiasmo sia letteralmente alle stelle. Non capita spesso che sia così attiva sui social network, perciò sembra evidente che il solo fatto di trovarsi a Melbourne sia per lei fonte di gioia e di positività.

Ajla Tomljanovic sale in cattedra: una lezione perfetta

Ajla Tomljanovic
Instagram

E ha approfittato di Instagram, qualche ora fa, per impartire un paio di lezioncine ai suoi sostenitori, che sono sempre più numerosi. La prima è una sorta di mantra che sembra racchiudere egregiamente quello che immaginiamo sia, alla vigilia degli Australian Open, il suo stato d’animo.

“Ricordati di continuare ad andare avanti”, si legge nella didascalia di uno dei contenuti che Ajla Tomljanovic ha voluto regalare ai suoi fan. Ma non è finita qui, perché in questo stesso video in cui la vediamo salire in cattedra in una veste completamente inedita.

In questo filmato graditissimo, lady Berrettini è protagonista di un vero e proprio tutorial. A tema tennis, ovviamente. Lo ha realizzato per TopCourt e “insegna” a distanza come realizzare quello che in gergo si chiama “backhand swing volley”. E anche nei panni della maestra, ammettiamolo, ci è piaciuta un sacco.