Federica Pellegrini, immagini inedite: “Sono rinata grazie a lui”

Federica Pellegrini
©️LaPresse

Federica Pellegrini, l’intervista alla Divina mette i brividi: ecco cos’ha detto la stella del nuoto a proposito di una persona per lei molto importante.

Tante volte lei s’è tuffata per rincorrere il suo sogno. Ora, finalmente, spetta a noi. È tempo che siano i suoi fan, per una volta, a tuffarsi. Ad immergersi nella sua vita e a scoprire ogni singola sfaccettatura dei suoi vent’anni da campionessa. Il documentario su Federica Pellegrini, udite udite, è in arrivo.

Leggi anche: Sinner è senza parole: la difesa di Berrettini

Approderà nella maggior parte delle sale cinematografiche italiane lunedì 10 gennaio. Ci rimarrà per tre giorni, così da dare la possibilità, a chiunque fosse interessato a farlo, di scoprire cosa veramente caratterizzi la quotidianità di un’atleta del suo calibro. Della Divina per eccellenza.

Sapevamo che questo lavoro ci avrebbe rivelato particolari nuovi e inaspettati della sua carriera di nuotatrice. Le immagini inedite pubblicate dalla Gazzetta dello sport, tuttavia, vanno ben oltre le aspettative. Ed è chiaro, ora, che questo documentario sarà come un “pugno” nello stomaco.

Federica Pellegrini, nel documentario il ricordo di Castagnetti

Federica Pellegrini
Federica Pellegrini e Alberto Castagnetti ©️LaPresse

Non è stato tutto rose e fiori. Anzi. Per tagliare i traguardi che ha tagliato, Federica Pellegrini ha rinunciato a tanto. Le parole della sua mamma, che potremo ascoltare per intero solo guardando “Underwater”, ne sono la prova. Così come quelle, che arriveranno subito dopo, del suo papà.

Il documentario racconterà il dolore di quell’ormai lontanissimo 2005. Le lacrime che fecero seguito a quell’argento mondiale di Montreal nei 200 stile libero. Che era sì una medaglia di tutto rispetto, ma non era quella che lei voleva. Lei sognava l’oro e sapeva di meritarlo. La sua rivincita, ad ogni modo, non ha tardato ad arrivare. Ha fatto presto e si è palesata dinanzi ai suoi occhi nel momento in cui ha conosciuto il suo coach storico, Alberto Castagnetti.

“Io sono rinata grazie a lui” dice, nel documentario, la Pellegrini, ricordando le emozioni di quell’estate. La stessa in cui decise di tatuarsi sul corpo la fenice, simbolo della rinascita. Non è la sola a dovere tutto a Castagnetti. “È stata la persona più bella in assoluto – commenta il padre nel documentario – Io devo dire grazie ad Alberto. Penso che amasse Federica come una figlia”.