Berrettini e Sinner, rivalità senza fine | Botta e risposta col record

Berrettini
©Getty Images

Berrettini e Sinner, rivali anche nei record: ecco qual è la notizia che sta circolando nelle ultime ore. 

Quando gli italiani stapperanno lo spumante per dare il benvenuto al 2022, il Bel Paese taglierà al capo opposto del mondo un traguardo ineguagliabile. Sarà l’unica nazione, cioè, a gareggiare ai singolari dell’Atp Cup con non uno, ma con ben due tennisti appartenenti alla top ten.

Leggi anche: Sinner e Berrettini danno spettacolo: primo “scontro” in Australia

Si tratta di loro, ovviamente: di Matteo Berrettini e Jannik Sinner. Due talenti azzurri che hanno portato a casa, negli ultimi 12 mesi, un gran numero di premi e di riconoscimenti. E che sono cresciuti tantissimo, come se non bastasse, battendo diversi record a dispetto delle loro giovanissime età.

Il campione romano arrivato secondo a Wimbledon è il giocatore che ha salvato il maggior numero di palle break nel circuito Atp durante questo 2021 ormai agli sgoccioli. Nell’anno che sta per terminare ha dimostrato tanto: di saper stare in mezzo ai giganti, soprattutto, che non è mica una cosa semplice.

Berrettini e Sinner, due azzurri da guinness

Berrettini
Jannik Sinner ©Getty Images

Anche Sinner, partito dalle montagne del Trentino, è stato protagonista di una stagione straordinaria. Il suo record è pazzesco tanto quanto quello dell’amico Berrettini: è il tennista che, nel 2021, ha guadagnato il maggior numero di posizioni nel ranking Atp. Per arrivare ad essere decimo, ha dovuto scalarne la bellezza di 37.

Per la prima volta, poi, ma questo è un record “solamente” personale, ha vinto quattro titoli in una sola stagione. E per un atleta che ha solo vent’anni e centinaia di tornei ancora da giocare, non è esattamente roba di poco conto.

I risultati che i due azzurri hanno raggiunto in questo anno spiega benissimo come mai in molti ritengano che Sinner e Berrettini possano essere i due osservati speciali di questa Atp Cup. Sono due cavalli di razza e non ci stupisce affatto che il mondo intero sia impaziente di rivederli in azione.