Sinner corre come un treno: è già ai quarti

Sinner
©Getty Images

Sinner, la notizia è stata ufficializzata con ampio preavviso: i fan del tennista altoatesino sono già in estasi.

Jannik Sinner ha già preso un impegno per il prossimo febbraio. La sua agenda sportiva, nel 2022, sarà piena come non mai. Dopo la stagione brillante che si è lasciato alle spalle, d’altro canto, non poteva che essere così. Tutti lo vogliono. Tutti bramano il ragazzo di San Candido che è riuscito a scalare il ranking e a piazzarsi tra i primi 10.

Leggi anche: Berrettini fa meglio di Nadal e Djokovic: questa partita è sua

Di imprese ne ha collezionate tantissime, in questo 2021. Le prestazioni alle Finals, alle quali ha partecipato da riserva battendosi come un leone, e in Coppa Davis sono state solo la ciliegina sulla torta. La verità è che negli ultimi dodici mesi ha fatto grandi cose e che il meglio deve ancora venire.

Per febbraio, dicevamo, ha già preso un impegno assolutamente inderogabile. Il tennista altoatesino parteciperà, cioè, al torneo Atp 500 di Rotterdam, che avrà inizio il quinto giorno del mese. La notizia ha fatto felici i suoi fan ma, soprattutto, lo staff che si muove dietro le quinte del torneo stesso.

Atp 500 di Rotterdam: Sinner ci sarà

Sinner
©Getty Images

Ad annunciare la sua presenza è stato l’organizzatore della competizione olandese, l’ex tennista Richard Krajicek: “Dopo la sua vittoria nelle NextGen ATP Finals – ha fatto sapere, parlando di Sinner – gli abbiamo assegnato una wildcard per il 2020. È arrivato immediatamente ai quarti di finale”. E in quei quarti di finale del 2020 sfiorò addirittura la qualificazioni alle semifinali, sconfitto solo al terzo set da Carreno Busta. Nel 2022 ci riproverà con un bagaglio tecnico e di esperienza ancora maggiore.

Sarà in ottima compagnia, il numero 10 del ranking Atp. Alla competizione si sono già iscritti altri campioni del calibro di Daniil Medvedev, Andrej Rublev, Stefanos Tsitsipas, Hubert Hurkacz, Gaël Monfils e Felix Auger-Aliassime. Con un parterre del genere, lo spettacolo è assicurato.

Sinner non se lo poteva proprio perdere l’Atp 500 di Rotterdam. E gli olandesi, dal canto loro, lo hanno voluto a tutti i costi. “Quest’anno ha avuto una stagione fantastica – ha osservato ancora Krajicek, per motivare la felicità degli organizzatori – con quattro tornei vinti. È stato anche il primo Under 20 in assoluto a vincere un torneo Atp 500”.