Camila Giorgi, c’è un altro sportivo nel suo cuore

Camila Giorgi, c’è qualcosa che potresti non sapere sulla vita privata della tennista azzurra: ecco chi c’è nel suo cuore.

Da brava italiana, la vita di Camila Giorgi non è votata solo ed esclusivamente al tennis. Allo sport dedica senz’altro la quasi totalità delle sue giornate, ma c’è qualcos’altro di cui non potrebbe mai fare a meno nella quotidianità: la famiglia, bussola di questa straordinaria giocatrice azzurra.

Leggi anche: Berrettini, la paura prima del sogno: “Ho rischiato di saltare la finale di Wimbledon”

Si parla sempre di papà Sergio, di come sia merito suo, oltre che di Camila ovviamente, se lei sia arrivata tanto in alto. A lui ha dedicato, la scorsa estate, la vittoria più bella di sempre: quella del Wta 1000 di Montreal, che l’ha scaraventata dritta tra le migliori tenniste dell’anno.

Ma c’è qualcun altro ancora, nel suo cuore. Si tratta dei suoi due fratelli, Leandro e Amadeus. Erano in 4, una volta. C’era un’altra Giorgi, Antonela, tragicamente scomparsa nel 2011 a causa di un incidente stradale a Parigi. Un evento che, per forza di cose, ha influito molto sul modo di essere di Camila.

Camila Giorgi, un calciatore in famiglia

Camila Giorgi
Camila Giorgi con i suoi fratelli (Instagram)

Come ci svelano i social network, proprio ieri la tennista si è concessa una serata in compagnia dei suoi due amori, i suoi fratelli. Un’uscita che è stata ampiamente documentata, tramite fotografie, sul canale Instagram ufficiale dell’atleta azzurra, seguita da mezzo milione di follower.

E, a proposito dei suoi fratelli, c’è qualcosa che non tutti sanno. A quanto pare, il talento sportivo è di famiglia, visto e considerato che uno di loro ha un passato fatto di partite e di duri allenamenti.

Parliamo di Amadeus Giorgi, classe ’95. Non gioca a tennis come la bellissima Camila, ma giocava a calcio. Stando alle informazioni presenti in rete, però, ora sarebbe fermo. L’ultima esperienza risalirebbe al 2019 con indosso la maglia del Campodarsego, in Serie D. Prima ancora ha militato tra le fila del Guadalcacin, dell’Alcanenense e del Renate.