Sofia Goggia, in una notte la sua vita cambiò | L’incredibile racconto

Sofia Goggia, la rivelazione sulla sua carriera lascia i fan a bocca aperta: ecco come un “presagio” ha cambiato la sua vita.

Dall’esterno, la vita dei campioni sembra bellissima. Perfetta. Invidiabile. Ma chi pratica lo sport a certi livelli sa bene quanti sacrifici e rinunce implichi l’essere una stella. Lo sa bene, quindi, anche Sofia Goggia, che si è lasciata andare ad una confessione inaspettata attraverso un video realizzato in collaborazione con Red Bull.

Leggi anche: Camila Giorgi, il cuore oltre gli ostacoli: salta tutto

Lei, l’astro nascente dello sci alpino, sta regalando ai tifosi italiani soddisfazioni ed emozioni incredibili. Proprio qualche giorno fa, in Canada, ha sbaragliato la concorrenza vincendo uno dei superG più ostici della stagione. Ha fatto tanta, tantissima strada. Ma arrivare fin qui, a sentir lei, non è stato per niente facile.

In questo filmato comparso sui social, la Goggia racconta di come la sua vita sia cambiata all’improvviso. Durante una notte che era solo apparentemente una notte qualunque. Non sapeva lei, non ancora per lo meno, che quello era l’inizio di un percorso che l’avrebbe portata sempre più su, a brillare nel firmamento dello sci.

Sofia Goggia e quel “click invisibile”

Sofia Goggia
©️LaPresse

La storia di quel momento che ha stravolto la vita e la carriera di Sofia si colloca, temporalmente parlando, nella notte a cavallo tra il 31 dicembre 2017 e il 1° gennaio 2018. E lei, come un po’ tutti del resto, era lì a far baldoria, insieme alla sua comitiva di amici, pronta ad accogliere un nuovo anno.

Prima della mezzanotte, però, andò via. Gli altri potevano permettersi di fare l’alba, ma lei no. Per lei quel Capodanno cadeva nel bel mezzo della stagione sciistica, e l’indomani avrebbe dovuto allenarsi. Racconta di essere tornata a casa a piedi e di aver pensato che mancavano esattamente 40 giorni all’evento sportivo più decisivo della sua carriera.

L’evento cui si riferisce sono i Giochi olimpici invernali di Pyeongchang. Quaranta giorni dopo quella notte, nel febbraio 2018, la Goggia vinse il suo primo oro. E ci riuscì anche grazie al presagio di quella notte, in un certo senso. “Fu come se dentro di me avessi fatto un click invisibile agli occhi di tutti – dice nel video – ma sostanziale. Da lì ho compreso che nei giorni che mi separavano dall’evento avrei dovuto fare tutto in funzione di quello”. Così è stato. Ed è così, in quella notte illuminata solo dai fuochi d’artificio, che è nata una nuova stella.