Sofia Goggia nel pallone: dopo l’abbraccio con Brignone, il suo vero amore

Sofia Goggia torna a casa con tre vittorie in tasca e l’amicizia ritrovata con Federica Brignone. E staserà si concentrerà sul suo vero amore.

Si sono guardate e non c’è stato bisogno di aggiungere altro. Ha fatto il giro del Paese l’immagine di Sofia Goggia e Federica Brignone l’una, finalmente, tra le braccia dell’altra. Qualcosa che, fino a qualche ora fa, sembrava impossibile anche solo a pensarla, viste le incomprensioni degli ultimi tempi.

Leggi anche: Sinner va controcorrente: la sua decisione stupisce tutti

A farle riavvicinare è stato il superG di Lake Louise. Sofia ha vinto e la milanese si è piazzata al quinto posto. È stata la gioia di quel momento, quindi, a spazzare via in un nanosecondo i rancori che avevano finito col mettere in discussione il rapporto tra le due campionesse.

La Goggia, reduce da una tripletta che ha fatto esplodere il pubblico, ne è stata felicissima: “È un gesto che mi ha fatto vibrare il cuore, davvero – ha detto al Messaggero – Ultimamente stiamo andando molto d’accordo e sono contenta di questa trasferta anche per questo aspetto. Magari a qualcuno potrà sembrare irrilevante ma a mio parere è importantissimo”.

Sofia Goggia, il suo cuore batte per l’Atalanta

Sofia Goggia
Federica Brignone ©Getty Images

Ma cos’era successo tra le due stelle del superG, specialità dello sci alpino? Erano volate, tra di loro, frasi – per così dire – un po’ “scomode”. La Brignone aveva usato parole molto dure parlando del legame con la Goggia e con la Bassino, sottolineando che si trattasse di un rapporto di lavoro e nulla più. Cosa che aveva deluso, ovviamente, Sofia.

Il tempo del disgelo è però finalmente arrivato. E, con esso, il momento di tornare a concentrarsi sulle proprie passioni. Che è proprio quello che ha fatto la sciatrice bergamasca una volta archiviato l’appuntamento di Lake Louise: correre, cioè, dal suo grande amore.

Sofia Goggia si concederà, stasera, un appuntamento molto romantico. Sarà a Bergamo, in tribuna, ad assistere ad Atalanta-Villarreal di Champions. È per i neroazzurri che il suo cuore batte da sempre. Ed è da loro che corre non appena gli impegni sportivi glielo consentono.