Sinner, i tifosi non perdonano: quel gesto da dimenticare

Sinner
©Getty Images

Sinner, sui social network il coro è unanime: a nessuno è piaciuto quello che è successo ieri sera durante il match al Pala Alpitour. 

Non sembrava destinata a regalarci grandi emozioni, la partita di ieri sera delle Finals di Torino. Sia perché il destino dell’unico italiano in gara era già scritto e sia perché i primi venti minuti di partita non erano stati esattamente un bel vedere. Eppure, tutto è cambiato alla velocità della luce.

Leggi anche: Berrettini, un altro boccone amaro: la delusione dei tifosi

Jannik Sinner non poteva lasciare Torino in quel modo lì. Non poteva essere ricordato come colui il quale si era arreso alla furia inarrestabile del numero due al mondo. E così, dopo aver concesso un set intero all’avversario, senza spuntarla in neanche un game, ha deciso di iniziare a fare sul serio.

Il tennista altoatesino ha conquistato il secondo set giocando da gran campione. Ha lottato con le unghie e con i denti anche nel terzo, salvo poi “arrendersi” al tie break dinanzi ad un Daniil Medvedev che era evidentemente impaziente di chiudere i conti e di tornare in hotel a riposare in vista della semifinale.

Medvedev sbadiglia in faccia a Sinner: la reazione dei fan

E non è piaciuto affatto, a proposito del tennista russo, in modo in cui si è comportato durante la partita disputata ieri sera al Pala Alpitour. Medvedev è parso ad un certo punto addirittura annoiato. Aveva l’aria di chi ovunque avrebbe voluto trovarsi, fuorché in quel contesto lì.

Tanto che, non sappiamo se volutamente o meno, si è reso protagonista di un gesto che gli amanti del tennis non hanno assolutamente apprezzato. Un comportamento assolutamente inequivocabile che, beccato dalle telecamere, sta facendo il giro dei social network.

Se avete assistito al match vi sarete certamente accorti che c’è stato un momento in cui Medvedev ha sbadigliato in faccia all’avversario Jannik Sinner. Cosa che, appunto, non è piaciuta assolutamente ai fan, che stanno condannando il gesto in pubblica piazza ormai da ore, reputandolo irrispettoso nei confronti di un avversario rispettabilissimo. Non è neanche la prima volta, come ricorda la Gazzetta dello sport, che il russo dà di matto in campo. A Cincinnati aveva preso a calci una telecamera, a Savannah aveva insultato un arbitro. Meglio non provocarlo, a questo punto.