Berrettini torna al Pala Alpitour | Il VIDEO dell’allenamento e la decisione

Berrettini
©️LaPresse

Berrettini si è recato al Pala Alpitour per una sessione di allenamento durata un’ora circa: ecco com’è andata e cosa ha deciso di fare.

Dovevamo intuirlo dalla grinta sfoderata in campo domenica sera, che Matteo Berrettini non si sarebbe arreso tanto facilmente. E infatti ecco che ha fatto ritorno, dopo oltre 36 ore di fuoco, nel posto in cui abbiamo temuto che non avrebbe messo più piede. Al Pala Alpitour, cornice delle mitiche Finals.

Leggi anche: Sinner o Berrettini? Il regolamento è impietoso: quando scatta l’ora X

Il tennista romano ha raggiunto l’impianto verso l’ora di pranzo, tanto per togliersi ogni dubbio. Per capire cosa fosse meglio fare, una volta ultimati i doverosi controlli che hanno fatto seguito all’intoppo di due sere fa. E l’unico modo per mettersi alla prova, per testare il suo dolore, era allenarsi.

Quello ha fatto, quindi, impugnando nuovamente la sua racchetta e scendendo in campo dopo un giorno di stop. La sessione sembra essere andata piuttosto bene e nell’ambiente, al momento, c’è un certo ottimismo. Matteo Berrettini, sebbene la notizia non sia ancora stata confermata, dovrebbe essere in grado di giocare contro Hubert Hurkacz.

Berrettini, l’allenamento è andato bene: cosa deciderà?

Il 25enne romano ha giocato per un’ora circa. Il tempo necessario per capire se i problemi ai muscoli addominali potessero riaffiorare o meno. Sembra, tuttavia, che si sia allenato senza alcun fastidio, cosa che ha rincuorato lui in primis, ma anche lo staff tecnico che ha vissuto con altrettanta apprensione queste ultime ore.

Berrettini è parso in buone condizioni, dunque, come si evince anche dal video postato tramite stories sul canale ufficiale delle Nitto Atp Finals 2021. Sotto l’occhio vigile del suo coach sempre presente, Vincenzo Santopadre, si è reso protagonista di diversi scambi che hanno incuriosito, e non poco, i tifosi presenti.

Dopodiché, si è dedicato alle prove di servizio, naturalmente senza calcare troppo la mano. Il timore, infatti, è che il dolore sia emerso proprio perché Matteo potrebbe aver forzato la battuta più del solito, domenica sera, per mettere in difficoltà l’avversario Alexander Zverev. Non resta che attendere, a questo punto, che il tennista decida cosa fare.