Berrettini, il verdetto tarda ma gli indizi fioccano: ormai è chiaro

Berrettini
©️LaPresse

Berrettini lascia i tifosi col fiato sospeso, ma gli indizi disseminati sembrerebbero anticipare la sua decisione. 

Sono ormai trascorse 36 ore da quando Matteo Berrettini ha lasciato in lacrime il Pala Alpitour. Ieri mattina, dopo quella che non ha esitato a definire la notte più brutta della sua vita, è corso a fare un’ecografia. Poi, nel pomeriggio, si è sottoposto ad una risonanza magnetica, così da avere un risultato ancor più preciso.

Leggi anche: Berrettini, Volandri è nei guai: gli scenari per la Coppa Davis

Il dado, a questo punto, dovrebbe essere tratto. Eppure, il tanto atteso “verdetto” non è ancora stato reso noto. Non al pubblico, quanto meno. Tant’è che i suoi sostenitori lo stanno aspettando col fiato sospeso. Letteralmente. Soprattutto perché non manca molto all’appuntamento con Hubert Hurkacz.

In linea di massima, nell’aria c’è un certo ottimismo. Il fatto che non sia ancora stato comunicato nulla in merito alla sua decisione lascia presagire, infatti, che il team medico non abbia posto alcun veto. Ma di indizi che sembrerebbero confermare il suo ritorno in campo ce ne sarebbero, in realtà, molti altri.

Berrettini alle Finals: che si fa?

Berrettini
©️LaPresse

Il messaggio social di Matteo Berrettini, tanto per cominciare. “Il mio team tecnico e medico – ha scritto su Instagram verso l’ora di cena – sta valutando gli esami di oggi e la situazione in generale. Vi farò sapere appena prenderò una decisione”. Se la situazione fosse stata grave quanto lui stesso aveva pensato in un primo momento, ci sarebbe stato ben poco da decidere, si presume.

C’è un altro indizio ancora sul quale vale la pena ragionare. Appare significativo, alla luce dei fatti, che la gara tra Berrettini e Hurkacz sia stata posticipata alle 21. Come a voler concedere al tennista romano qualche ora in più per riprendersi dopo lo shock di domenica sera.

Dovremmo ormai esserci, comunque. Il tempo a sua disposizione, d’altro canto, è quasi scaduto. Anche perché c’è qualcuno che ha assolutamente bisogno di sapere cosa ne sarà del suo destino: ci riferiamo a Jannik Sinner, che in quanto prima riserva dovrebbe eventualmente prendere il suo posto alle Finals.