Inter, squalifica ufficiale di 3 giornate | Il video della polemica

Inter
Satriano ©️LaPresse

Inter, squalifica ufficiale di tre giornate. Ma c’è un video che ha fatto scatenare subito la polemica. Ecco le immagini che spopolano sul web

Tre giornate a Satriano. Quattro a Morichelli della Roma. Ma è polemica sul web, per il video che praticamente scagiona il centravanti dell’Inter che è stato appiedato dal giudice sportivo per una presunta testa al difensore giallorosso. Che non c’è, è evidente. Perché i due sì, arrivano quasi allo scontro dopo la spinta del calciatore della squadra capitolina, ma poi finisce tutti lì. E la presa di posizione da parte del giudice sportivo appare realmente eccessiva. Perché di questi contatti, in Serie A e non solo, se ne vedono quasi tutte le domeniche. Ma non finisce mai come questa volta. Con una doppia espulsione – che ci potrebbe anche stare – ma non con una squalifica così pesante. Perché tre e quattro giornale appaiono realmente fuori da qualsiasi logica.

LEGGI ANCHE: Alcaraz-Nakashima, Next Gen: diretta tv, streaming gratis, pronostici

Inter, ecco il video di Satriano

Nel video si vede chiaramente come vanno le cose. Un contatto, minimo, e l’arbitro che arriva in corsa ed estrae il cartellino rosso per entrambi i calciatori coinvolti. Non ci sarebbe nulla di grave, in quel momento, per andare contro la scelta del direttore di gara che per placare gli animi decide di mandare Satriano e Morichelli anticipatamente sotto la doccia. Ma il fatto che i due dovranno saltare diverse partite di campionato, stride un poco con quello che realmente è successo.

A commentare il fatto, anche, c’è stato il Tweet d Giovanni Capuano: “Il problema di questo episodio, concluso con 3 giornate di squalifica a testa per i due giocatori “colpevoli” di avere colpito con una testata l’avversario, è che andrebbe proprio messa in discussione l’infallibilità dei referti arbitrali. Anche quando sono palesemente sbagliati”. Sì, c’è un errore visto che il difensore giallorosso ha ricevuto quattro giornate di squalifica. Ma il concetto è chiaro.