Quanto guadagna Antonio Conte | Il colpo in banca delle “Iene”

Antonio Conte
Conte ©️LaPresse

Quanto guadagna Antonio Conte? Ecco il colpo delle Iene, che sono andati a trovare il nuovo allenatore del Tottenham. 

E’ andato via dall’Inter perché la società non gli poteva garantire gli acquisti sul mercato che lui riteneva necessari. Ma non ha messo tanto tempo, Antonio Conte, a trovare una squadra pronto a dargli quello che lui cercava. Intanto un ingaggio top, di quelli che fanno tremare i polsi. E poi la certezza di aver sul mercato la possibilità di investire e anche tanto. Altrimenti il tecnico italiano non avrebbe mai firmato per gli Spurs. Di questo ne siamo certi.

E ci hanno messo poco anche Le Iene a trovarlo. Stefano Corti infatti è andato a trovarlo presto in Inghilterra, stuzzicandolo appunto sul conto in banca. Conte non si è tirato indietro e ha risposto alle domande. Il servizio, ovviamente, andrà in onda questa sera.

LEGGI ANCHE: Giovinazzi boicottato dall’Alfa Romeo, la solidarietà degli italiani

Quanto guadagna Antonio Conte, la cifra esorbitante

roma
Conte ©️LaPresse

Intanto lui inizia a mettere i freni a qualsiasi tipo di entusiasmo: “Entrare tra le prime quattro sarebbe già un’impresa” ha detto. Che viene stuzzicato appunto sul suo lato economico: “Ma veniamo al suo colpo in banca, le abbiamo portato questa maschera perfetta per l’occasione. L’aiuterà a portare a buon fine il colpo!” La maschera è quella di Salvador Dalì utilizzata dai protagonisti de ‘La Casa di Carta’ per il colpo alla zecca di stato spagnola.

Ma Conte commenta, senza lasciarsi intimorire dalla questione: “Penso che il colpo l’abbia fatto chi mi prende. Farà sicuramente un grande colpo”. Ma Corti continua: “Da oggi il suo soprannome sarà Lecce! Entra ufficialmente nella banda de La Casa di Carta! Un colpicino in banca l’abbiamo fatto, 17,5 milioni all’anno più la buonuscita…”. Però Conte non ci sta e controbatte: “Sì, ma non è così, tu fai il lavoro tuo ed è giusto che lo fai bene. Io lo faccio al top ed è giusto che mi paghino.”