Djokovic, è ufficiale: sorpasso da record alla vigilia della finale

Djokovic
©Getty Images

Djokovic, la notizia più bella arriva a poche ore dalla gara contro Medvedev: ecco perché ora il tennista è nella storia. 

Novak Djokovic è tornato e ce ne siamo accorti proprio in questo torneo di Parigi-Bercy, dove si è battuto con la grinta di sempre. La stessa che certamente lo accompagnerà anche oggi, su quello stesso campo di cemento indoor, durante la finalissima contro Daniil Medvedev.

Leggi anche: Berrettini, un errore fatale prima di Wimbledon: la confessione a Dybala

Ci arriverà anzi ancor più carico, forse, dal momento che ha ricevuto una notizia assolutamente incredibile. Anche stavolta, Nole è il numero 1 della classifica FedEx Atp di fine anno. È la settima volta, in appena undici stagioni, che schizza in cima ad essa, eclissando tutti gli altri competitor.

Ma non è finita qui. Il risultato è già di per sé pazzesco, ma lo è ancor di più se si considera che, parallelamente ad esso, ha battuto un altro record. Record che gli permette di fare la storia e che sancisce, ancora una volta, la grandiosità del tennista serbo, con un palmares da fare invidia a chiunque.

Djokovic è di nuovo il numero 1 e supera il suo idolo

Djokovic
©Getty Images

Novak Djokovic, arrivando primo per la settima volta in questa classifica, ha addirittura sorpassato il suo idolo di sempre. Ha lasciato indietro, cioè, l’americano Pete Sampras, che ha concluso le stagioni tennistiche da numero uno per sei volte di fila, nell’arco di tempo compreso tra il 1993 e il 1998.

Djokovic ha centrato l’obiettivo, oltre che nel 2021, anche nel 2011, nel 2012, nel 2014, nel 2015, nel 2018 e lo scorso anno. Determinante, nel caso dell’anno in corso, è stato il punteggio raggiunto nelle semifinali del Rolex Paris Masters di sabato, quando ha battuto Hubert Hurkacz.

Il fatto di aver stabilito un nuovo record lo ha, ovviamente, riempito di orgoglio: “Sono estremamente felice – ha detto – Ovviamente quello era uno dei più grandi obiettivi ed è sempre uno dei più grandi obiettivi, cercare di essere il numero 1 e concludere la stagione come numero 1. Farlo per la settima volta record – ha concluso – e superare il mio idolo e modello d’infanzia, Pete, è incredibile. Molto grato, molto fortunato di essere in questa posizione“.