Fino a 540 euro in più in busta paga: arriva il bonus più atteso dagli italiani

Bonus
©Getty Images

Ecco il bonus che gonfia le buste paga dei lavoratori italiani, sia pubblici che privati: tutto quello che c’è da sapere sulla nuova misura.

La legge di bilancio 2022 è quella che potrebbe stravolgere per sempre le buste paga degli italiani. Qualora si concretizzasse, significherebbe che Mario Draghi ha mantenuto le sue promesse e ha teso la mano alla categoria che maggiormente lo preoccupava al momento del suo insediamento: quella dei lavoratori.

Leggi anche: Assegno unico, se soddisfi questo requisito hai diritto a 250 euro per ogni figlio

Le notizie che stanno circolando in queste ore sono assai rassicuranti. Le buste paga, tra non molto, potrebbero essere più corpose tanto per i dipendenti pubblici, quanto per quelli privati. Manca solo l’approvazione, ma i contenuti del testo di legge sono ormai noti praticamente a tutti.

L’obiettivo del premier in carica era quello di abbassare le tasse e pare che, finalmente, ci siamo. Il governo si sta impegnando per ridimensionare l’Irpef e per ridurre, più in generale, il costo del lavoro. Ma cerchiamo di capire, nello specifico, come potrebbero cambiare le buste paga degli italiani qualora il provvedimento dovesse ottenere il via libera.

Quello che c’è da sapere sul bonus che riduce il costo del lavoro

Bonus
©Getty Images

Iniziamo col dire che non tutte le categorie di lavoratori trarrà beneficio da questa manovra. Non nella stessa misura, quanto meno. Il taglio di Irpef, Irap e costo del lavoro produrrà risultati più visibili nelle buste paga di chi ha un introito annuale compreso tra i 28 e i 55mila euro, ossia del cosiddetto ceto medio.

Più ci si avvicina alla soglia dei 55mila euro e più, calcolatrice alla mano, risparmierà sulle tasse. Questi lavoratori potrebbero ritrovarsi fino a 440 euro in più in busta paga, che è già di per sé una cifra abbastanza importante e capace di cambiare la situazione familiare.

Avranno diritto a 540 euro in più, invece, quanti abbiano un reddito che supera la soglia dei 55mila euro. In questo caso il vantaggio fiscale sarà nettamente superiore. Il conteggio vale anche per le famiglie con figli disabili a carico, solo che in questo caso si potranno richiedere ulteriori detrazioni che vadano ad alleggerire le spese in uscita del nucleo familiare.