Esonero Koeman, Barcellona: l’indizio di Alessandro Alciato per il nuovo allenatore

Esonero Koeman
Koeman ©Getty Images

Esonero Koeman, il tweet “premonitore” di Alessandro Alciato lascia i tifosi di stucco: ecco perché è convinto che accadrà questo. 

Sembra non esserci più dubbi, ormai, sul fatto che Ronald Koeman abbia le ore contate. La batosta rimediata ieri sera in Champions League a Lisbona, contro il Benfica, è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. La misura è colma e le cose non si mettono affatto bene, per l’allenatore.

Leggi anche: Alciato, dopo l’addio alla moglie subito la nuova avventura

I media spagnoli riferiscono, addirittura, di una riunione che sarebbe stata convocata, di tutta fretta, alle 4 del mattino. Il che non lascia adito a dubbi: la società blaugrana ha capito che è tempo di correre ai ripari e vuole farlo, evidentemente, prima che sia troppo tardi.

Tra i papabili sostituti di Ronald Koeman ci sarebbe, come ormai ben noto, anche Andrea Pirlo. Indipendentemente da chi sarà il suo “erede”, è assai probabile che lo vedremo al timone del Barcellona praticamente da subito. Non è detto, infatti, che sarà ancora Koeman a guidare la squadra, questo sabato, contro l’Atletico Madrid.

Esonero Koeman, la strana coincidenza segnalata da Alciato

In molti ritengono che l’ipotesi di Pirlo al Barcellona sia la più accreditata. Sembra pensarlo anche uno dei massimi esperti di calcio e di mercato del Bel Paese, vale a dire Alessandro Alciato. Il giornalista, che ha da poco lasciato Sky e abbracciato il progetto di Amazon, lo ha detto a chiare lettere sui social network.

Il suo tweet parla chiaro. Alciato ha pubblicato lo screenshot di una “certa” partita, disputata l’8 dicembre del 2020. Quella partita, per la precisione, in cui la Juventus rifilò ben 3 gol al Barcellona, in Champions League, nella fase a gironi.

Questa coincidenza sarebbe per il giornalista un vero e proprio indizio. C’era guarda caso Andrea Pirlo, a quel tempo, sulla panchina della Juventus, il che rappresenterebbe a suo avviso una sorta di presagio. Avrà ragione lui? Non dovremo attendere troppo, probabilmente, per saperlo e per venirne a capo.