“Baccalà”, poi il litigio | I nuovi compagni sono già “stufi” di Ronaldo

Manchester United-Everton
©Getty Images

Ronaldo crea un po’ di scompiglio nello spogliatoio del Manchester United. Ecco il motivo degli screzi con i suoi compagni. 

Madre Natura c’ha certamente messo del suo, ma dietro il fisico scultoreo di Cristiano Ronaldo c’è molto più della semplice genetica. Il campione portoghese è molto severo con se stesso. Guai a sgarrare di una virgola: seguire un’alimentazione sana ed equilibrata è per lui, da sempre, un vero e proprio diktat.

Leggi anche: Manchester United-Villarreal, Champions League: formazioni, pronostici

Non appena ha messo piede a Manchester, ha rivoluzionato l’atteggiamento dello spogliatoio nei confronti del cibo. Molti compagni di squadra, come si ricorderà, hanno bandito il dessert del venerdì, accodandosi alla new entry. E Cristiano deve averci preso gusto, a fare da trascinatore, visto e considerato quello che è successo nelle ultime ore.

Il Sun riferisce che Ronaldo starebbe cercando di apportare un altro piccolo cambiamento, alla dieta dei compagni dello United. La sua idea sarebbe quella di introdurre uno dei piatti forti della tradizione portoghese, una ricetta superproteica che, a parer suo, sarebbe perfetta per gli atleti.

Ronaldo, il baccalà mette zizzania tra i Red Devil

Ronaldo
Instagram

Cristiano avrebbe consigliato alla chef che cucina per la squadra di valutare l’inserimento, all’interno del menu settimanale, del “bacalhau a braz”. Si tratta, sostanzialmente, di uno stufato di baccalà, accompagnato da uova e patate, che lui ama molto ma che i suoi compagni, purtroppo, non gradiscono.

Lo chef sembra intenzionato a venirgli incontro, ma non sarà facile mettere insieme tante teste e cercare una “sintesi”. I Red Devil, invece, danno l’impressione di non volergliela dare vinta. Sarà pure riuscito a convincerli a dire addio al dessert del venerdì, ma dello stufato non vogliono sentirne neanche l’odore.

Effettivamente, quella di Ronaldo è una dieta severissima. Non ingurgita nulla che non sia sano e biologico e ricco di proteine. Predilige il pesce e il pollo, l’avocado, le uova e il riso nero. Non disdegna i frutti di mare e le verdure, ma il suo “cavallo di battaglia” è solo uno: l’olio di cocco. Che, a giudicare dal suo fisico, deve fare davvero bene.