Donnarumma ai margini, lo spogliatoio del PSG ha deciso | Raiola nel pallone

Donnarumma
Donnarumma ©Getty Images

Donnarumma, le cose si complicano in riva alla Senna. Ecco cosa sta succedendo e qual è la drastica decisione del Psg.

Non è felice neanche un po’, Gigio Donnarumma, di come stiano andando le cose all’ombra della Tour Eiffel. Quella di lasciare il Milan, spinto anche dal suo procuratore Mino Raiola, era sembrata sulla carta un’ottima idea. Mai avrebbe potuto aspettarsi, quindi, il portiere della Nazionale, di ritrovarsi nella situazione in cui è ora impantanato.

Leggi anche: Incredibile ma vero in Bosnia: cane entra in campo e fa tre tunnel

Al Paris Saint-Germain non è tutto rose e fiori, a quanto pare. Dall’essere uno dei protagonisti indiscussi degli Europei si è ritrovato, all’improvviso, a fare la vita del panchinaro. Un panchinaro di lusso, ma certo, ma pur sempre un panchinaro che non ha modo di dare il suo contributo alla squadra di cui fa ora parte.

Keylor Navas, portiere ufficiale della squadra parigina, ha messo subito le cose in chiaro. Glielo ha fatto capire immediatamente, che non aveva alcuna intenzione di farsi soffiare il posto che ha conquistato, stagione dopo stagione, non senza fatica e sacrifici. E così, senza troppi convenevoli, lo ha gentilmente messo alla porta.

Donnarumma panchinaro, caos nel Psg

Donnarumma
Instagram

Neanche Mauricio Pochettino sembra avere dubbi su chi tra i due meriti di essere schierato in campo durante le giornate di campionato. Anche per lui la porta spetta di diritto all’ex giocatore del Real Madrid, in barba a quello che, proprio qualche giorno fa, aveva detto Mino Raiola, procuratore di Donnarumma.

“Non ci sarà storia – aveva tuonato – tra Navas e Donnarumma giocherà Gigio tutta la vita”. Si sbagliava, Raiola, che ora “paga” così lo scotto di aver convinto il 22enne di Castellammare di Stabia a fare le valigie e a lasciare Milano per cercare nuove occasioni al di là delle Alpi. Non ha dalla sua parte neanche i sudamericani, il portiere di riserva: Di Maria, Paredes, Marquinhos, Neymar e Messi, pur non avendo nulla contro Gigio, stanno con Navas.

Avrà un bel po’ di rogne e di gatte da pelare, quindi, Pochettino, che si ritrova a dover gestire una situazione non proprio facile all’interno dello spogliatoio. Tra Messi adirato per la sostituzione contro il Leone, le polemiche che ne sono scaturite e il caso Donnarumma, c’è poco davvero poco di cui stare allegri.