Berrettini gioisce a metà: il suo post su Instagram fa commuovere

Berrettini
Instagram

Berrettini con l’amaro in bocca dopo la seconda vittoria agli Us Open. Ecco cosa è successo e perché il suo post ha commosso il web. 

Non è lo stesso Matteo Berrettini che scorrazzava sul prato di Wimbledon, questo è poco ma sicuro. Ma, anche in assenza di quella grinta sfoderata contro Novak Djokovic, ha comunque infilato due vittorie consecutive agli Us Open. Nella partita d’esordio si è imposto su Chardy; ieri, ha invece, ha rispedito a casa a mani vuote il francese Moutet.

Leggi anche: Berrettini in versione inedita: la foto che ha fatto impazzire le fan

Domani, in occasione del terzo turno, dovrà vedersela con il tennista bielorusso Ivashka. Nonostante le cose, per il momento, stiano andando abbastanza bene, il bel romano non riesce ad essere felice. Non completamente, quanto meno. E il perché lo si può intuire dando un’occhiata al suo profilo Instagram.

Il post che Matteo Berrettini ha pubblicato subito dopo il match con Moutet è piuttosto eloquente. Ci ha svelato, come se non bastasse, un aspetto della sua personalità che forse i tifosi non conoscevano. Un tratto caratteriale che, se possibile, ce lo fa apprezzare ancor di più.

L’abbraccio virtuale di Berrettini ai newyorkesi

Berrettini
Instagram

Gli Us Open si stanno svolgendo, come noto, a New York. La Grande Mela, nelle ore scorse, è stata colpita da un tremendo uragano che ha messo letteralmente in ginocchio la metropoli. Si parla, al momento, di almeno 40 vittime. Ed è proprio a loro che ieri il numero 2 di Wimbledon ha voluto rivolgere un piccolo pensiero.

“Il mio pensiero – ha scritto su Instagram Matteo Berrettini – va a quanti sono stati colpiti dalla tempesta e dalle inondazioni della scorsa notte a New York e dintorni. Il tennis oggi era meno importante di questo”, ha concluso il campione italiano.

Un post, il suo, che lascia trasparire un’immensa sensibilità. Avrebbe potuto infischiarsene di quello che stava accadendo attorno a Flushing Meadows e godersi la sua meritatissima vittoria. Invece no. Ha preferito fermarsi, gioire a metà e rivolgere il suo pensiero a quanti sono stati colpiti dall’uragano Ida. Un campione sul campo e anche fuori.