Digitale terrestre, cambia il segnale: scopri così se hai diritto al bonus tv

Digitale terrestre
Pixabay

Digitale terrestre, ecco come funziona il bonus tv e come capire se il tuo apparecchio può ricevere il nuovo segnale.

Potrà essere richiesto a partire dal prossimo 23 agosto, il bonus tv pensato dal governo per tendere la mano a quanti saranno penalizzati dall’entrata in vigore dei nuovi standard tecnologici di trasmissione del digitale terrestre. Una misura espressamente indirizzata a chi sarà costretto a cambiare apparecchio in vista del Dvbt-2/Hevc Main 1.

Leggi anche: Bonus affitto 2021, fino al 6 settembre puoi ottenere 1200 euro con un click

Ma cosa dice, nello specifico, la normativa? Quali sono i televisori che non risultano compatibili con il nuovo segnale? Come si fa a capire, di conseguenza, quali saranno completamente inservibili nel momento in cui esso entrerà in vigore?

Necessiteranno di un decoder esterno che sia in grado di supportare i nuovi standard, in linea di massima, tutti i televisori antecedenti al 2010, incapaci di ricevere i canali in alta definizione. Non sono adatti neanche alcuni modelli che risalgono al periodo compreso tra 2010 e 2014 che ricevono in digitale terrestre e i canali in hd codificati in mpeg4,

Digitale terrestre, se rottami la tv hai diritto al bonus

Bonus tv
©Getty Images

Dovranno essere sostituiti, o affiancati a un decoder, anche alcuni apparecchi del 2014-2015 sprovvisti del codec h265/hevc e quelli che non supportano il formato a 10 bit, lanciati tra il 2015 e il 2018.

Una volta accertato che il proprio televisore non è compatibile con i nuovi standard, si può quindi accedere al bonus tv. L’agevolazione consiste in uno sconto del 20% che i negozianti saranno tenuti ad applicare sul prezzo d’acquisto del televisore scelto dal cliente. Lo sconto massimo sarà di 100 euro, ma lo si può richiedere solo ed esclusivamente se si è disposti a rottamare l’apparecchio ormai obsoleto.

Questa agevolazione è cumulabile con il primo bonus tv, quello previsto dal decreto interministeriale 18 ottobre 2019, che permette di risparmiare sull’acquisto di un decoder in linea con gli standard futuri. Nel caso si utilizzino entrambi i bonus, l’importo dello sconto subirà però una riduzione.