Messico-Brasile, Giochi Olimpici: pronostici, formazioni, streaming

Henry Martin (Getty Images)

Messico-Brasile è la prima semifinale del torneo di calcio dei Giochi Olimpici: pronostici, analisi, probabili formazioni e streaming.

MESSICO – BRASILE | martedì ore 10:00

Il torneo di calcio dell’edizione numero 32 dei Giochi Olimpici è giunto alle fasi decisive. Il Kashima Soccer Stadium ospiterà la prima semifinale, che offre numerosi spunti di riflessione. Ripercorriamo il cammino delle due squadre nei turni precedenti e analizziamo i possibili sviluppi del match.

Il percorso del Messico

Il Messico si è piazzato al secondo posto nel gruppo A. In occasione della prima giornata della fase a gironi, la squadra guidata in panchina da Jaime Lozano ha battuto la Francia per 4-1. Tutto è accaduto durante la ripresa: le reti di Alexis Vega e Sebastian Cordova hanno dato un prezioso doppio vantaggio a Guillermo Ochoa e compagni, mentre successivamente André-Pierre Gignac ha accorciato le distanze e il duo Uriel Antuna-Eduardo Aguirre ha archiviato la pratica in favore della nazionale messicana. Il k.o. per 2-1 contro il Giappone – arrivato in un match in cui la selezione nipponica è andata presto sul 2-0 con Takefusa Kubo e un rigore di Ritsu Doan, ha giocato in superiorità numerica dal 23′ della ripresa per l’espulsione di Johan Vasquez ed è stata soltanto avvicinata nel finale dai propri avversari, a segno con Roberto Alvarado – non ha scoraggiato il Messico, vittorioso per 3-0 sul Sudafrica, con i gol di Vega, Luis Romo e Henry Martin, in un confronto caratterizzato da un cartellino rosso per parte: Tercious Malepe e Carlos Rodriguez sono stati mandati anzitempo sotto la doccia dall’arbitro. Il quarto di finale contro la Corea del Sud, battuta per 6-3, è stato divertentissimo. Dong-Gyeong Lee ha risposto a Martin, ma poi Romo e un rigore di Cordova hanno permesso al Messico di allungare. Un’altra rete di Dong-Gyeong Lee ha consentito ai sudcoreani di tornare a sperare, prima che ancora Martin e Cordova, oltre ad Aguirre, lanciassero definitivamente la formazione di Lozano. Il gol conclusivo di Ui-Jo Hwang non ha cambiato la sostanza.

Il cammino del Brasile

Il Brasile ha vinto il gruppo D. Nella giornata inaugurale della fase a gironi, ha battuto per 4-2 la Germania. I verdeoro hanno disputato un fantastico primo tempo, durante il quale sono andati a segno per tre volte con uno scatenato Richarlison e hanno avuto anche l’opportunità di realizzare il gol del 4-0, quando Matheus Cunha ha sbagliato un calcio di rigore. Nella ripresa, i tedeschi hanno accorciato le distanze con Nadiem Amiri e non si sono arresi nemmeno nel momento in cui Maximilian Arnold è stato espulso: una rete di Ragnar Ache li ha portati a un passo dal completare una clamorosa rimonta, prima che Paulinho chiudesse i conti in pieno recupero. Il Brasile ha concluso sullo 0-0 la successiva sfida, disputata contro la Costa d’Avorio: è rimasto presto in dieci per l’espulsione di Douglas Luiz e non ha potuto impostare la partita che avrebbe voluto. La parità numerica è tornata soltanto nei minuti conclusivi, quando anche Eboue Kouassi è finito sotto la doccia in anticipo. Poi, la selezione allenata da André Jardine si è imposta per 3-1 sull’Arabia Saudita: Abdulelah Al-Amri ha inizialmente risposto a Cunha, ma una doppietta di Richarlison ha scavato un solco tra le due squadre. Sabato scorso, un gol di Cunha è bastato al Brasile per eliminare l’Egitto nei quarti e raggiungere le semifinali.

Leggi anche: WhatsApp, per giocare a calcio in chat con i tuoi amici devi solo fare questo

Sarà un match spettacolare?

Dani Alves (Getty Images)

Sin dalla vigilia di questi Giochi Olimpici, il Brasile era tra i principali candidati alla conquista della medaglia d’oro. Prima dell’inizio della manifestazione, forse soltanto la Spagna appariva più forte della selezione allenata da André Jardine. Durante il torneo, però, i verdeoro hanno sinora brillato maggiormente rispetto alle Furie Rosse. I campioni in carica, desiderosi di confermare il titolo conquistato nel 2016, stanno dimostrando di avere un ottimo gruppo, in cui l’esperienza di Diego Carlos e soprattutto di Dani Alves – i due fuoriquota migliori, fra i tre scelti da Jardine – si unisce al talento di tanti giovani, Richarlison su tutti.

Il Messico ha grandi limiti in fase di non possesso palla, ma riesce a segnare con facilità. Il propositivo 4-3-3 di Lozano esalta le qualità degli attaccanti, peraltro spesso sostenuti nello sviluppo della manovra anche da Romo e Cordova, che sono in grado di inserirsi in modo molto efficace. La nazionale messicana potrebbe contribuire a rendere spettacolare una semifinale davvero interessante, alla quale si avvicina senza i favori del pronostico, visto l’elevatissimo livello tecnico del Brasile.

Come vedere Messico-Brasile in streaming

Messico-Brasile si può vedere in diretta streaming su Discovery+, che ha un costo di 7,99 euro al mese ed è visibile in streaming su smart tv, pc, tablet, cellulari. Possibile anche un abbonamento annuo da 29,99 euro. Discovery+ è disponibile anche sulla piattaforma TIMVision. Gratuitamente per chi è già cliente di Fastweb. Acquistabile, a prezzo pieno, per chi è già cliente di Amazon Prime. L’abbonamento si può disdire allo scadere del mese, altrimenti si rinnova automaticamente per i 30 giorni successivi. Messico-Brasile si può vedere anche su DAZN, dove Eurosport trasmette live il meglio dei Giochi Olimpici di Tokyo 2020.

Messico-Brasile: il pronostico

Si può ipotizzare una vittoria del Brasile nei tempi regolamentari, durante i quali entrambe le squadre potrebbero segnare e i gol complessivi dovrebbero essere più di due.

Le probabili formazioni di Messico-Brasile

MESSICO (4-3-3): Ochoa; Loroña, Montes, Vasquez, Angulo; Esquivel, Romo, Cordova; Lainez, Martin, Vega.
BRASILE (4-2-3-1): Santos; Dani Alves, Diego Carlos, Nino, Arana; Douglas Luiz, Guimaraes; Antony, Paulinho, Claudinho; Richarlison.

POSSIBILE RISULTATO: 1-2