Calciomercato Juventus, Pogba lascia il Manchester United | Crolla la quota

Manchester United-Sheffield United
Paul Pogba ©️Getty Images

Calciomercato Juventus, le quote dei bookmaker sulla possibile separazione tra il francese e i Red Devils parlano chiaro. Ecco cosa può succedere nei prossimi giorni.

Colano a picco le quote sul possibile divorzio tra Paul Pogba e il Manchester United. Secondo i principali bookmaker il futuro del centrocampista francese sarà quasi certamente lontano dall’Inghilterra. Nelle ultime ore è diventato ancora più forte il pressing del Psg. Che, unitamente al procuratore del giocatore Mino Raiola, è al lavoro ormai da settimane per riportare in patria il campione del mondo 2018. Il contratto di Pogba scade a giugno 2022 e non è mai stata intavolata una discussione per il rinnovo.

Non è una novità che lui e il suo entourage abbiano già fatto capire di volere cambiare aria e il rischio, per la proprietà dei Red Devils, è di perderlo a zero un’altra volta, come successe con la Juventus nel 2021. Si tratterebbe un’ennesima beffa, insomma, difficile da digerire. Non a caso il Manchester United ha subito ripreso il vecchio discorso con il Bayern Monaco per Leon Goretzka. Il centrocampista del club bavarese e della nazionale tedesca potrebbe essere l’eventuale sostituto dell’ex bianconero.

Calciomercato Juventus
Pogba ad Euro 2020 ©️Getty Images

Leggi anche: Calciomercato Juventus e Inter, duello per Florenzi: arriva con lo scambio

Calciomercato Juventus, bianconeri alla finestra

E cosa fa nel frattempo la Juventus, che già da qualche anno sogna di rimettere le mani sul calciatore che ha svezzato e lanciato definitivamente nel firmamento del calcio mondiale? Resta alla finestra. In attesa di capire cosa succederà con il Psg. Perché nel caso in cui con i parigini dovesse finire con un nulla di fatto, la società bianconera sarebbe pronta a rituffarsi su Pogba.

Destinazione che non disdegnerebbe neppure il francese, che a Torino – calcisticamente parlando – ha vissuto finora i migliori anni della sua carriera. E poi in panchina c’è di nuovo uno dei suoi mentori, Massimiliano Allegri. Che senza ombra di dubbio lo riaccoglierebbe a braccia aperte.