Everson, rigore decisivo segnato col rosario in mano, poi il gestaccio e la rissa

Everson
Everson ©️Getty Images

Everson, il rigore decisivo segnato con il rosario in mano (dopo averne parati tre): alla fine gestaccio e rissa clamorosa

Quello che è successo stanotte tra Atletico Mineiro e Boca Juniors ve lo raccontiamo qui. Oltre il risultato, ovviamente. Perché alla fine della gara valida per l’accesso ai quarti di finale di Copa Libertadores è successo davvero di tutto. Ma tant’è. Ormai (purtroppo) è andata così e non ci si può fare nulla.

Nella notte Sudamericana comunque c’è stato un eroe. Unico e solo. Indiscusso. Il portiere dei brasiliani Everson che, prima ha parato tre tiri dagli undici metri agli argentini, poi si è messo in proprio calciando il quinto rigore con il rosario in mano. Ha portato fortuna, divina: il suo destro è finito sotto l’incrocio. Gol vittoria e gioia infinita.

LEGGI ANCHE: Olimpiadi, è ufficiale: arriva l’annuncio del Comitato Olimpico Internazionale

LEGGI ANCHE: Triestina-Roma, amichevole: diretta tv in chiaro, streaming, pronostici

Everson, alla fine della partita il gestaccio

Poi alla fine c’è stata la rissa. Clamorosa. E anche un gestaccio del portiere immortalato sulle storie Instagram del compagno di squadra Mendes. Il gesto del dito per rendere ancora più calda un’atmosfera bollente. Perché davvero è successo di tutto alla fine del match, con transenne e lavandini “volanti” che fortunatamente non hanno fatto grossi danni ai calciatori e agli addetti ai lavori. Ma certamente ci sarà un’inchiesta per capire da chi è partita la miccia.

IL ROSARIO

Qui invece l’immagine del rosario che il portiere ha stretto tra le mani nel momento in cui si apprestava a calciare dagli 11 metri. Un segno di fede che ha portato al risultato sperato. Anche se, alla fine, tutto è stato tranne che un momento voluto e dalla Misericordia Divina. Perché quello che rimarrà sono solamente i fattacci successi all’interno degli spogliatoi. E nient’altro.

Il rosario di Everson