Atletico Mineiro-Boca Juniors, rissa negli spogliatoi: vola di tutto! – VIDEO

Atletico Mineiro-Boca Juniors
Hulk e Sandez durante il match tra Atletico Mineiro e Boca Juniors ©️Getty Images

Atletico Mineiro-Boca Juniors, scene davvero incredibili al termine dell’ottavo di finale di Copa Libertadores: ecco il video completo della baruffa.

Calci, urla, spintoni, transenne utilizzate a mo’ di armi. Persino un lavandino “volante”. Negli spogliatoi dello stadio Mineirão di Belo Horizonte è successo davvero di tutto al termine del match di ritorno dell’ottavo di Copa Libertadores tra i padroni di casa dell’Atletico Mineiro e gli argentini del Boca Juniors. Gara vinta 3-1 ai calci di rigore dal club brasiliano, qualificato dunque ai quarti, ma a fare notizia non è quello che è successo in campo. Perché, dopo il fischio finale dell’arbitro Ostojich, nel sottopassaggio dell’impianto sportivo carioca si è scatenato l’inferno.

Una rissa assurda che conferma un po’ tutti gli stereotipi sul calcio sudamericano, purtroppo secondo a nessuno in termini di litigiosità e violenza. Ma cosa è accaduto di così tanto clamoroso nel tunnel? Dai video che girano in rete si vedono chiaramente i giocatori del Boca Juniors infervorati, intenti in una vera e propria azione di “guerriglia” contro gli addetti alla sicurezza del Mineirão, oltre a quelli della squadra bianconera.

Atletico Mineiro-Boca Juniors, la polizia è intervenuta con lo spray al peperoncino

Una volta entranti negli spogliatoi, poi, la rissa ha coinvolto anche i dirigenti delle due società. Una baruffa in cui, nonostante l’aiuto delle telecamere, si fa davvero fatica a capire cosa succeda. Dalla “trincea” del Boca, in ogni caso, è volata praticamente ogni cosa. Addirittura un lavandino, dicevamo.

Tra i protagonisti di quest’episodio che resterà indiscutibilmente nella storia c’è anche il presidente dell’Atletico Mineiro, Sérgio Coelho. Per difendersi dalla foga dei giocatori argentini, il proprietario della squadra di Belo Horizonte si è messo a lanciare bottigliette d’acqua all’impazzata. Azioni e gesti inqualificabili, insomma, che hanno richiesto l’intervento della Polizia Militare, intervenuta con lo spray al peperoncino per tentare di placare i bollenti spiriti dei furiosi Xeneizes.